Mediaset: la societa’ piace ai fondi americani

Mediaset: la societa’ piace ai fondi americani (MF)

MILANO (MF-DJ)–Analizzando il flottante del Biscione, il 57,59% dell’intero capitale, emerge che a scommettere piu’ di altri sulle potenzialita’ della tv commerciale del Premier Silvio Berlusconi sono gli investitori made in Usa.

Studiando la composizione del capitale, si apprende da MF, gli azionisti rilevanti oltre a Fininvest, che ha il 38,6%, sono Barclays (5%), Capital Research (4,9%), Ubs (2,3%), Silchester e Abu Dabi (2%). Tutto il resto e’ flottante. Ed e’ qui che dominano gli azionisti dagli Usa (21,9%).

Il flottante nelle mani di operatori inglesi e’ del 7,1%, l’accoppiata Germania-Austria rappresenta l’1,89%, mentre nel Benelux e’ convogliato l’1,08% e, infine, in Francia c’e’ lo 0,52%. Operatori italiani hanno, invece, in mano l’1,98%. Il resto (8,42%) e’ sparso in giro per il mondo.

A fondi e investitori d’oltreoceano interessa in particolare la marginalita’ elevata dell’azienda, la generazione di utili consistenti e la generosa politica di pay out: il 94% dei profitti saranno distribuiti ai soci. E’ grazie a questi numeri che i manager continuano a vedersi accreditare emolumenti importanti.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi