Editoria

03 aprile 2009 | 10:23

EDITORIA: SOLE 24 ORE; ADDIO DE BORTOLI, UNA CASA PER 4 ANNI

EDITORIA: SOLE 24 ORE; ADDIO DE BORTOLI, UNA CASA PER 4 ANNI
MILANO
(ANSA) – MILANO, 2 APR – Ferruccio De Bortoli dice addio a quella che per quattro anni ha sentito come la sua casa. Lo fa salutando i giornalisti e ringraziando tutte le singole redazioni in attesa di passare il testimone a Gianni Riotta che ha incontrato in mattinata e, lo anticipa lo stesso De Bortoli, firmerà  il primo numero da venerdì 10 aprile. “E’ stato uno dei periodi più belli della mia vita non solo dal punto di vista professionale ma anche dei rapporti umani” dice De Bortoli parlando ai giornalisti come a “una famiglia”. “Questa è stata la mia casa per quattro anni, quattro anni densi con anche degli errori commessi – ricorda il direttore – ma torno in una casa dove sono stato 31 anni e quindi potete immaginare il mio stato animo”. Nel suo discorso ha poi ricordato il lavoro fatto, in particolare alcuni approfondimenti che a suo parere hanno dato un particolare contributo al paese e citando tra le altre le inchieste sui ‘furbetti del quartierino’, sulle liberalizzazioni delle professioni nonché la copertura data dal giornale all’ attuale crisi finanziaria. Bisogna imparare dagli errori e De Bortoli punta il dito su tre debolezze avute dal giornale: “una fideistica visione delle virtù taumaturgiche del mercato, l’idea che la grande dimensione delle aziende sia sempre risposta giusta e aver peccato a volte di eccessivo liberismo”. “Siamo in un periodo di crisi profonda ma il Sole è in grado di affrontarla meglio di altri quotidiani” ha detto ai giornalisti e quale esempio da tenere a mente ha ricordato Marco Biagi, che del giornale era stato editorialista.

Comments are closed.