RAI: RAITALIA, ITALIANI ALL’ESTERO PROMUOVONO PROGRAMMAZIONE

RAI: RAITALIA, ITALIANI ALL’ESTERO PROMUOVONO PROGRAMMAZIONE
I RISULTATI DELLA RELAZIONE ANNUALE DELLA FARNESINA
ROMA
(ANSA) – ROMA, 3 APR – Giudizio “complessivamente positivo”, da parte del ministero degli Esteri, nella relazione annuale sul gradimento di Raitalia agli italiani all’estero: a sottolinearlo è una nota dello stesso canale, diretto da Piero Badaloni. La direzione competente del ministero – spiega la nota – ha contattato le ambasciate e le sedi consolari di tutto il mondo attraverso un questionario per comprendere quale sia l’opinione dei telespettatori di Raitalia. Risultato, una crescita del gradimento dei telespettatori “sia sulla distribuzione del segnale che sui contenuti della programmazione”. “E’ un giudizio che premia il lavoro di tutta la redazione di Raitalia”, spiega Badaloni, ammettendo che “ci sono ancora dei miglioramenti possibili. Certamente per noi – continua – la relazione annuale insieme al rapporto diretto con i telespettatori attraverso le mail, rappresentano utili strumenti per rispondere sempre meglio alle loro esigenze. Purtroppo molte richieste non possono essere risolte direttamente da noi, ma necessitano dell’intervento di altre direzioni della Rai”. Badaloni ritiene che “gli apprezzamenti che arrivano da tutto il mondo siano da stimolo per riuscire a dare ulteriori risposte che innalzerebbero immediatamente ancora di più il giudizio positivo per Raitalia. Penso, per esempio, allo sdoppiamento del segnale per le Americhe e quello tra Asia e Africa che ingessano il palinsesto”. In generale, gli italiani all’estero apprezzano i programmi di informazione e approfondimento come Porta a porta, Ballarò, Annozero e Che tempo che fa, ma anche trasmissioni prodotte da Raitalia come Sportello Italia, dedicato alle notizie utili per chi vive all’estero. Chiedono però più cinema italiano e più trasmissioni per bambini.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi