Televisione

06 aprile 2009 | 17:30

TV: GORI “MI PIACEREBBE PROVARE A FAR FUNZIONARE MEGLIO LA RAI”

TV: GORI “MI PIACEREBBE PROVARE A FAR FUNZIONARE MEGLIO LA RAI”

MILANO (ITALPRESS) – “Tra qualche anno mi piacerebbe provare a far funzionare meglio la Rai”. Proprio nei giorni delle nomine dei vertici della tv di Stato Giorgio Gori, fondatore e capo della casa di produzione Magnolia, non si tira indietro davanti all’idea di una sfida davvero impegnativa, che per ora resta solo un sogno: “Non so se sarei in grado, e’ delicato: l’intreccio tv/politica tocca l’apice al 7° piano di Viale Mazzini. Li’ servono persone di forte autonomia professionale”, commenta Gori rispondendo alle domande di Grazia, il settimanale diretto da Vera Montanari in edicola domani.
Il celebre produttore, nonche’ marito della conduttrice del Tg5, Cristina Parodi, ricorda le difficolta’ degli inizi e, in particolare, il passaggio decisivo dal giornalismo alla televisione: “Tutto comincio’ quando Vittorio Feltri mi licenzio’, nel 1984: avevo 24 anni, lavoravo a Bergamo Oggi”. Dalla direzione di Feltri Gori fece il salto a Rete4: “Riuscii a farmi dare da Pelliccioli, direttore generale della rete, un contrattino di tre mesi col compito di stare alle costole del neoarrivato Carlo Freccero”.
Dopo anni di successi tra cui la direzione di Italia1, oggi tra i programmi prodotti da Giorgio Gori vi sono alcuni tra i format di maggior successo della televisione generalista, come i reality L’isola dei famosi e X Factor. A proposito di quest’ultimo, Gori e’ molto prudente su chi sara’ il vincitore di questa edizione: “Il produttore non puo’ fare pronostici. I The Bastard hanno una popolarita’ pazzesca? A me piace Jury”.

TV: GORI “MI PIACEREBBE PROVARE A FAR FUNZIONARE MEGLIO LA RAI”-2-

Per quanto riguarda, in particolare, i rapporti tra i giudici, Gori ammette che i litigi tra Morgan e Simona Ventura sono assolutamente reali: “Le tensioni che avete visto sono anche meno di quelle vere. Ora pero’ tra i due e’ scoppiato l’amore”.
Inoltre, incalzato sul confronto tra il suo programma e la corazzata della De Filippi, Amici, Gori dichiara: “In X Factor c’e’ poco reality perche’ l’obiettivo e’ cercare una star, e tutto cio’ che puo’ zavorrarla viene eliminato (polemiche, discussioni coi giudici…). Amici fa il contrario, tiene la temperatura piu’ alta, cosa molto televisiva… pero’ e’ piu’ popolare, tra virgolette”.
Sul prossimo futuro, Giorgio Gori non si sbilancia ma rivela che la sua casa di produzione ha in corso un progetto importante con la Rai: “Abbiamo proposto a RaiUno un programma che punta sul rapporto delle persone col proprio passato, alla Facebook. Un’idea spettacolare che potrebbe concretizzarsi nel gennaio 2010″.
Non poteva infine mancare un accenno al rapporto con la moglie, Cristina Parodi: “Premetto che lei e’ sempre stata molto piu’ famosa di me e io non sono mai stato geloso”, dichiara Gori. “Neanche quando l’idraulico mi chiama ‘signor Parodi’”. A livello di coabitazione sul lavoro tra marito e moglie, comunque, il celebre produttore traccia conclusioni molto severe: “Facendo un bilancio credo di averle chiuso delle strade. Solo una volta ho lavorato con lei da produttore. Conduceva The bachelor, che non ando’ bene.
Sapete che succedeva? poiche’ c’era Cristina ero preoccupato piu’ per lei che per il programma. Forse le strade professionali e’ meglio che stiano separate”.

Comments are closed.