USA-TURCHIA: OBAMA APRE A ISLAM,STAMPA ARABA REAGISCE TIMIDA

USA-TURCHIA: OBAMA APRE A ISLAM,STAMPA ARABA REAGISCE TIMIDA
BEIRUT
(ANSA) – BEIRUT, 7 APR – La stampa araba ha stamani reagito in ordine sparso alle dichiarazioni rilasciate a Istanbul dal presidente Usa Barack Obama, ma tutti i giornali hanno comunque sottolineato positivamente le aperture verso il mondo arabo-islamico dell’inquilino della Casa Bianca. Per il libanese an Nahar, il vertice turco-americano di ieri ha costituito un “passo essenziale verso il processo di riorganizzazione delle relazioni tra Islam e Occidente”, mentre l’altro quotidiano di Beirut, as Safir, ha sottolineato il fatto che Obama ha espresso le sue aperture dalla Turchia e non da un Paese arabo. “La Turchia dell’Islam, della modernità  e della democrazia é il pulpito migliore per parlare ai musulmani, e tra questi agli arabi, che hanno perso il prestigio di cui godevano un tempo”, ha scritto as Safir nel suo editoriale. I quotidiani governativi siriani hanno dal canto loro ignorato le aperture all’Islam da parte di Obama, concentrandosi invece sull’impegno assunto dal presidente Usa nei confronti del processo di pace israelo-arabo e a favore della nascita di uno Stato palestinese indipendente. I due principali giornali panarabi, di proprietà  saudita ma editi a Londra, al Hayat e al Sharq al Awsat, si sono limitati a riportare le affermazioni di Obama nei titoli di prima pagina, così come hanno fatto gli altri quotidiani del Golfo. (ANSA).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

Priorità nel continuare a promuovere la lettura di libri, dice Pietro Grasso al convegno Il libro digitale

Pearson taglia 4 mila posti di lavoro. Annunciato il piano di ristrutturazione da mezzo miliardo di dollari