Editoria

08 aprile 2009 | 15:54

Rcs/ Marchetti: solo cattivo giornalismo lede giornalismo (Mundo)

Rcs/ Marchetti: solo cattivo giornalismo lede giornalismo (Mundo)
Nostri valori sono indipendenza,qualità  e prestigio delle testate

Bruxelles, 8 apr. (Apcom) – L’unica minaccia per il giornalismo è il cattivo giornalismo. Così Piergaetano Marchetti, presidente di Rcs Mediagroup, spiega in un’intervista al quotidiano spagnolo El Mundo, controllato da Unidad Editorial di cui Rcs è il principale azionista, la sua visione di un settore in evoluzione. “Non credo che esista una ricetta universale, però sono convinto che con una politica integrata di azioni valide si possa ottenere risultati risultati efficaci”, spiega Marchetti.

“Mi riferisco – ha proseguito – allo sviluppo del settore multimediale, che Rcs MediaGroup ha messo in marcia già  da un po’ di tempo, a un vincolo creativo nelle varie proposte editoriali che sia sempre maggiore, sia nel cartaceo che nel digitale, ad una gestione attenta dei costi e dell’efficienza, ad una capacità  di guardare il mercato con una coerenza congiunturale e non cedendo al canto delle sirene”.

Il piano di ristrutturazione di Rcs è un “progetto di intervento completo incentrato sui costi e sul modello commerciale, trasversale a tutte le società  del gruppo e che verrà  sottoposto al consiglio d’amministrazione”. In merito al passaggio di consegne da Paolo Mieli a Ferruccio De Bortoli alla guida del Corriere della sera, Marchetti ha spiegato che si tratta di “una rotazione fisiologica, quasi un passaggio del testimone tra due grandi professionisti”.

“I valori più importanti sui quali scommettiamo sono l’indipendenza, la qualità  e il prestigio delle nostre testate”, ha aggiunto Marchetti, osservando: “Può sembrare una frase fatta, ma mi creda se dico che questo è il nostro patrimonio più prezioso”.

Comments are closed.