TLC

08 aprile 2009 | 17:51

TELECOM: GALATERI, TAVAROLI? CERTI FATTI NON SI RIPETERANNO

TELECOM: GALATERI, TAVAROLI? CERTI FATTI NON SI RIPETERANNO
(ASCA) – Rozzano (Mi), 8 apr – Non si ripeteranno piu’ episodi di spioaggio illecito come quelli che hanno visto come protagonista l’ex capo della security di Telecom, Giuliano Tavaroli. Lo ha assicurato il presidente del Gruppo di Tlc, Gabriele Galateri, garantendo che Telecom ha ”piena fuducia nella magistratura” in vista del processo sui dossier illeciti che prendera’ il via il prossimo 23 aprile. Su Tavaroli, ha dichiarato Galateri in assemblea, ”mi sembra che le cose siano molto chiare. L’inter giudiziario e’ in corso, con il processo che si aprira’ il prossimo 23 aprile. Abbiamo piena fiducia nella magistratura e siamo convinto che quello che deve essere chiarito, lo sara”’. Quanto alla carenza di controlli interni, ”sono ormai 2 anni – ha osservato Galateri – che ci lavoriamo, e siamo convinti di avere un modello 231 affidabile e un sistema di controllo interno molto efficace”. Proprio per questo, ha puntualizzato Galateri, ”siamo convinti che certi fatti non si potranno piu’ ripetere”. Infine, sul fronte della responsabilita’ di persone ed enti coinvolti nell’inchista, ”abbiamo dato mandato a nostri avvocati – ha ribadito Galateri – di difendere gli interessi del Gruppo in qualunque situazione e di inidividuare qualunque elmento che possa essere base di una futura rifessione”. Sull’atticita’ dello staff legale incaricato da Telecom, ”non ci sono vincoli”, ha puntualizzato Galateri precisando pero’ che ”sara’ il cda a decidere” ogni eventuale azione legale da intraprendere.

Comments are closed.