Editoria

10 aprile 2009 | 17:59

TERREMOTO: FNSI, ORA I MEDIA NON SPENGANO I RIFLETTORI

TERREMOTO: FNSI, ORA I MEDIA NON SPENGANO I RIFLETTORI
ROMA
(ANSA) – ROMA, 10 APR – “E’ importante che ora non si spengano i riflettori sul terremoto: sarà  difficile che all’Aquila restino centinaia di inviati, ma è importante che rimangano i presidi dell’informazione per raccontare, dopo la fase dell’emergenza, quella della ricostruzione”. E’ l’auspicio del segretario e del presidente della Federazione nazionale della stampa, Franco Siddi e Roberto Natale, che oggi hanno partecipato ai funerali solenni delle vittime. “E’ fondamentale – continua Siddi, che in Abruzzo era accompagnato anche dal vicesegretario Luigi Roncisvalle – che nessuno si faccia prendere dalla tentazione lasciare L’Aquila, anche se magari ieri lo aveva immaginato in considerazione di ipotesi di carattere meramente tecnico-industriale. E’ un appello che ci sentiamo di fare anche agli editori, nella consapevolezza che il lavoro straordinario dei cronisti di tutti il mondo, che in questi giorni hanno illuminato la sofferenza e l’umanità  della tragedia, non possa essere disperso”. Siddi ricorda che “ci sono testate che stanno lavorando dai camper, altre che si sono attrezzate con punti volanti, senza dimenticare i giornalisti che vivono da sfollati. A tutti loro va il nostro grazie e un sostegno solidale. Nella ricostruzione occorrerà  pensare a strutture stabili per l’informazione: siamo pronti a fare la nostra parte – conclude – con la sottoscrizione che abbiamo promosso e con il nostro fondo di solidarietà ”.

Comments are closed.