New media

10 aprile 2009 | 18:03

FRANCIA:INTERNET;QUANDO CARLA DICEVA ‘BELLO ESSERE PIRATATI’

FRANCIA:INTERNET;QUANDO CARLA DICEVA ‘BELLO ESSERE PIRATATI’
PARIGI
(ANSA) – PARIGI, 10 APR – Torna a galla oggi una vecchia intervista di Carla Bruni, quando ancora era solo una cantante, che potrebbe dare qualche noia alla premiere dame di Francia. Cinque anni fa, con l’Eliseo ancora lontano, aveva infatti rivelato il “grande piacere” che prova ogni volta che i suoi album venivano piratati sul web. “Mi piace molto quando scaricano le mie canzoni, quando mi copiano, perché in fondo, quando si viene piratati, significa che la gente è interessata a te” aveva confidato la Bruni ai microfoni della trasmissione Envoyé special, nel 2004. Il video è stato malignamente messo on line oggi dal sito del settimanale Le Nouvel Observateur, proprio il giorno dopo la clamorosa bocciatura in parlamento della legge contro la pirateria su internet che sta sollevando polemiche da mesi e che divide il mondo dello spettacolo. Legge di cui invece il presidente Nicolas Sarkozy era molto orgoglioso: se fosse passata sarebbe stata infatti la prima legge in Europa di questo tipo con “risposta graduata” – dagli avvertimenti alla sospensione della connessione – contro i pirati del web. Ed invece, colpo di scena, alcuni deputati socialisti sono entrati a sorpresa in Assemblea solo al momento del voto, decretando così la morte del testo di legge sulla protezione del diritto d’autore su internet.

Comments are closed.