Televisione

14 aprile 2009 | 11:44

TV: ANNOZERO; NATALE (FNSI), INDECENTE E’ NON FARSI DOMANDE

TV: ANNOZERO; NATALE (FNSI), INDECENTE E’ NON FARSI DOMANDE
ROMA
(ANSA) – ROMA, 13 APR – “Indecente non è un programma giornalistico che fa domande”, bensì pretendere che l’informazione Rai non si interroghi “su eventuali responsabilità ”: in questi termini Roberto Natale, presidente della Federazione nazionale della stampa, difende Annozero di Michele Santoro dalle critiche alla puntata sul terremoto. “Di fronte alla nuova marea montante di attacchi ad Annozero, dopo la puntata dedicata al terremoto – afferma Natale in una nota – c’é da chiedersi se tutti coloro che si indignano abbiano visto la trasmissione. Chi l’ha seguita, e può parlare sulla base dei dati di fatto, ha constatato che lo straordinario impegno dei soccorritori è stato ripetutamente evidenziato, anche dal conduttore Santoro; che alcune delle voci dei sopravvissuti esprimevano forti critiche all’organizzazione dei soccorsi; che una parte della trasmissione è stata dedicata a capire se alcune delle conseguenze del sisma potessero essere attenuate o evitate, visto che l’Aquila stava tremando da tre mesi; che erano rappresentate voci politiche e istituzionali diverse”. “‘Indecente’ – continua Natale, riprendendo la definizione usata per il programma dal presidente della Camera Gianfranco Fini – non è un programma giornalistico che fa domande: 294 morti, 50 mila sfollati e il crollo di strutture di recente costruzione le giustificano pienamente, queste domande. Indecente è pretendere che l’informazione Rai debba limitarsi a dar conto del dolore dei sopravvissuti e dell’eccezionale prodigarsi di chi ha portato aiuto, senza potersi interrogare su eventuali responsabilità : come invece stanno facendo in questi giorni, in ruoli diversi, la carta stampata e la magistratura. Al vertice Rai appena insediato compete la responsabilità  di non incoraggiare, con i suoi primi atti, il conformismo, che è uno dei rischi peggiori per l’informazione del servizio pubblico”. (ANSA).

Comments are closed.