SPAGNA: ZAPATERO PROMETTE CALO PUBBLICITA’ SU TV PUBBLICA

SPAGNA: ZAPATERO PROMETTE CALO PUBBLICITA’ SU TV PUBBLICA
MADRID
(ANSA) – MADRID, 14 APR – Il premier spagnolo José Luis Zapatero ha promesso oggi una “drastica” riduzione della percentuale di pubblicità  trasmessa sui canali della Tv pubblica Tve: lo riferisce la stampa spagnola. Il capo del governo di Madrid, in un intervento davanti ai gruppi parlamentari del Psoe, ha annunciato la prossima adozione da parte del governo di un disegno di legge sull’ audiovisivo, con “una drastica riduzione della pubblicità  sulla televisione pubblica”. La legge attuale fissa un massimo di 10 minuti di pubblicità  per ora di trasmissione per le due emittenti pubbliche, Tv1 e Tv2, di cui è già  prevista la riduzione a 9 minuti dal 2010. Zapatero non ha precisato quali saranno i tagli “drastici” previsti dalla nuova legge. La Commissione europea ha più volte criticato il governo spagnolo per l’applicazione elastica delle norme sulla pubblicità  (che ad esempio non conteggia i teleacquisti) e in particolare per il mancato rispetto della separazione di almeno 20 minuti fra gli stacchi. In novembre la Spagna è stata deferita alla corte di giustizia Ue. La Tv pubblica è finanziata in Spagna dalla pubblicità  e dai contributi dello stato. L’annuncio di Zapatero è stato accolto con favore dall’ Unione delle Tv commerciali (Uteca). Il segretario generale Jorge del Corral ha chiesto che già  quest’anno la pubblicità  venga abolita sulle Tv pubbliche negli orari di prime time e che dall’anno prossimo scompaia completamente su Tve1 e Tve2.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi