Televisione

16 aprile 2009 | 15:37

Rai/ Arci: Inaccettabile attacco a ‘AnnoZero’

Rai/ Arci: Inaccettabile attacco a ‘AnnoZero’
Beni: Tv pubblica deve garantire libertà  espressione e pluralismo

Roma, 16 apr. (Apcom) – E’ “inaccettabile l’attacco alla trasmissione ‘AnnoZero’”, secondo Paolo Beni, presidente nazionale Arci, che chiede alla Rai di “garantire la libertà  di espressione e il pluralismo”.
“Dopo gli attacchi di esponenti del Governo e della maggioranza che lo sostiene alla trasmissione ‘AnnoZero’, la dirigenza Rai ha deciso di intervenire. Ancora una volta la censura imposta dall’alto si abbatte sulla libertà  di informazione e sul pluralismo del servizio pubblico”, afferma il presidente dell’Arci in un comunicato. “I provvedimenti assunti dal Direttore Generale Mauro Masi sono inaccettabili e le motivazioni addotte non chiariscono in alcun modo di quali colpe si siano macchiati gli autori della trasmissione e in particolare il vignettista Vauro, che è stato sospeso”.
“Disturba forse la lettura di una realtà  che contraddice la funzionalità  indiscussa della macchina degli aiuti del Governo?
Bisogna parlare esclusivamente di quanto siano stati efficienti i soccorsi ai terremotati senza citare i luoghi e le persone che non ne hanno goduto? Non è forse essenziale in una democrazia l’apporto di chi denuncia le inefficienze anche con lo scopo di consentire a chi ne ha le funzioni di migliorare la macchina degli aiuti? L’abbiamo ribadito più volte: il ruolo dell’informazione è essenziale e va difeso e qualsiasi tentativo di imbavagliarla va fermato. E vogliamo ricordare che il ruolo del servizio pubblico non è quello di decidere se una vignetta di Vauro sia gradita o meno, ma, come per qualsiasi altra opinione, quello di garantire la libertà  di espressione e il pluralismo.
Noi – conclude Beni – vogliamo che si parli anche di quanto non è stato fatto per evitare la tragedia abruzzese, affinchè una simile devastazione non si ripeta più”.

Comments are closed.