Editoria

22 aprile 2009 | 18:31

L’ESPRESSO: RINNOVATO IL CDA, VARATO PIANO STOCK OPTION 2009

L’ESPRESSO: RINNOVATO IL CDA, VARATO PIANO STOCK OPTION 2009
(AGI) – Roma, 22 apr. – Il nuovo Cda del gruppo editoriale l’Espresso e’ composto da 11 consiglieri che hanno nominato il Comitato per la Remunerazione e il Comitato per il Controllo interno. Il Consiglio ha confermato Carlo De Benedetti presidente e Monica Monardini amministratore delegato. I nuovi consiglieri sono: Agar Brugiavini (indipendente), Carlo De Benedetti, Rodolfo De Benedetti, Giorgio Di Giorgio (indipendente), Francesco Dini, Sergio Erede, Mario Greco (indipendente), Maurizio Martinetti, Monica Mondardini, Tiziano Onesti (indipendente) e Luca Paravicini Crespi (indipendente). Nella prima riunione, subito dopo l’assemblea, il nuovo Cda ha nominato il Comitato per la Remunerazione di cui fanno parte il presidente, il consigliere non esecutivo Rodolfo De Benedetti e tre consiglieri indipendenti Agar Brugiavini, Mario Greco e Luca Paravicini Crespi. Del comitato per il Controllo Interno fanno parte i cinque consiglieri indipendenti: Agar Brugiavini, Giorgio Di Giorgio, Mario Greco, Tiziano Onesti e Luca Paravicini Crespi. Sono state avviate le operazioni di riorganizzazione del Gruppo con le fusioni per incorporazione delle societa’ EAG, Edizioni Nuova Europa , Editoriale La citta’ di Salerno in Finegil editoriale e delle societa’ Rotonord e Saire in Rotocolor. Approvata la porposta del progetto di fusione per incortporazione di altre due societa’ Cps Spa (che svolge attivita’ di ‘preparazione stampa’) e Selpi Spa (intermediazione dei prodotti per il mercato editoriale in genere) nella stessa Gruppo Editoriale L’Espresso Spa. Il cda ha provveduto a dare esecuzione ai piani di stock option 2009 approvati dall’assemblea. “In particolare il Consiglio, utilizzando parzialmente la delega dell’assemblea conferita il 26 aprile 2006, ha deliberato un aumento di capitale di massimi 1.018.500 euro di valore nominale mediante l’emissione di nuove 6.790.000 azioni ordinarie al servizio del Piano di stock option straordinario 2009 e un aumento di capitale di massimi 750.000 euro di valore nominale mediante emissione di nuove 5.000.000 di azioni ordinarie al servizio del Piano di stock option 2009. I piani di stock optione – spiega la nota del Cda – hanno l’obiettivo di fidelizzare le persone chiave nella conduzione degli affari del Gruppo e di fornire un incentivo”. Il cda ricorda che “l’esercizio delle opzioni, che sono attribuite gratuitamente, non e’ subordinato al raggiungimento di determinati rsultati economico-finanziari, ma prevede come condizione essenziale il permanere del rapporto di lavoro con la societa’ o societa’ controllate”. Il prezzo del nuovo Piano 2009 “sara’ deternminato dal presidente” del cda.

Comments are closed.