INTERNET:NO DI 174 SCRITTORI GIAPPONESI A GOOGLE BOOK SEARCH

INTERNET:NO DI 174 SCRITTORI GIAPPONESI A GOOGLE BOOK SEARCH
TOKYO
(ANSA) – TOKYO, 27 APR – Sono 174 in tutto, gli scrittori, i poeti e i disegnatori nipponici che hanno rifiutato di inserire le proprie opere nel database digitale Google Book Search, il servizio gestito dal gigante internet americano che permette di usufruire online di opere letterarie provenienti da tutto il mondo. Tra gli artisti contrari personaggi noti come il poeta Shuntaro Tanikawa, lo scrittore So Kuramoto e l’illustratore Gomi Taro, tutti rappresentanti dell’associazione Japan Visual Copyright, organismo in difesa della proprietà  intellettuale. Dei 366 membri dell’associazione, 174 hanno rifiutato a Google l’autorizzazione a pubblicare le proprie opere online, dichiarandosi in disaccordo con il sistema di sfruttamento dei diritti d’autore seguito dal colosso di Mountain View. Google Book Search aveva già  fatto parlare di sé nel 2005, quando le principali associazioni di poeti e scrittori Usa avevano intentato una causa contro Google, accusando l’azienda di ledere i diritti d’autore pubblicando scritti provenienti da biblioteche pubbliche senza ulteriori autorizzazioni. Il contenzioso legale è stato successivamente risolto con un accordo, che vede Google impegnata a versare ai proprietari dei diritti d’autore il 63% dei proventi derivati dallo sfruttamento delle opere. (ANSA).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Le dirette video di Facebook disponibili a tutti gli utenti. In Italia le stanno già sperimentando

Per cercare di superare la crisi l’ad di Twitter licenzia quattro dirigenti