Editoria

27 aprile 2009 | 17:50

GIORNALISTI: SIDDI (FNSI), NUOVO CONTRATTO SALVA IDENTITA’

GIORNALISTI: SIDDI (FNSI), NUOVO CONTRATTO SALVA IDENTITA’
TRIESTE
(ANSA) – TRIESTE, 27 APR – “Abbiamo salvato l’identità  professionale nel mondo dell’informazione che cambia e garantito pari dignità  a tutti i colleghi”: lo ha affermato Franco Siddi, segretario della Federazione nazionale stampa italiana (Fnsi), parlando oggi a Trieste del contratto di categoria. Secondo Siddi con il nuovo contratto, che sarà  oggetto di referendum in tutte le regioni d’Italia il 29 e il 30 maggio, “tutti stanno dentro la stessa cornice identitaria, fatta di diritti ma anche anche di retribuzioni per chi è lavoratore dipendente”. Un contratto che per Siddi offre “punti di aggancio perché sul piano civile si possano ottenere quei miglioramenti normativi e giuridici che la situazione deve dare soprattutto ai precari”. Per Siddi il referendum “sarà  una grande occasione di partecipazione per tutti. Senza il nuovo contratto, purtroppo, non c’é contratto. Il vecchio è spirato, non produce più effetti”. Il referendum, ha ribadito il segretario dell’Fnsi, “avrà  un valore politico vincolante. Se dovesse essere clamorosamente bocciato – ha spiegato – è evidente che il gruppo dirigente dovrà  porsi il problema di capire se denunciarlo o se andarsene. Io credo si debba riflettere molto bene: denunciare un contratto sapendo poi di essere senza contratto è un grande problema”. Sul possibile esito del referendum, ha detto Roberto Natale, presidente dell’Fnsi, “esistono sensibilità  diverse. Ci sono grandi redazioni di Roma e Milano che sembrano esprimere sul contratto un parere fortemente negativo e ce sono tante altre, in giro per l’Italia, che hanno un atteggiamento di maggiore comprensione del lavoro che il gruppo dirigente ha fatto. Quello che vogliamo sottolineare – ha concluso Natale – è che il referendum vuole essere una operazione inclusiva”.

Comments are closed.