Comunicazione

28 aprile 2009 | 17:08

TLC: ROMANI, PIU’ PROTEZIONE A INFRASTRUTTURE COMUNICAZIONE

TLC: ROMANI, PIU’ PROTEZIONE A INFRASTRUTTURE COMUNICAZIONE
ROMA
(ANSA) – ROMA, 28 APR – L’Italia si impegna ad aumentare i livelli di protezione delle infrastrutture della comunicazione. E’ quanto emerso nel corso della Conferenza di Tallin, a cui ha preso parte il sottosegretario alle Comunicazioni Paolo Romani a capo della delegazione italiana. Romani ha sottolineato il “ruolo strategico” dell’Agenzia Europea per la Sicurezza delle Informazioni (Enisa) “nel promuovere il coordinamento della collaborazione paneuropea e transfrontaliera nelle attività  di protezione, prevenzione e assistenza in caso di evento catastrofico o attacco cibernetico contro le Infrastrutture Critiche della società  dell’Informazione (Ici)”. In una nota il dipartimento delle Comunicazioni evidenzia come la Conferenza abbia posto “l’accento per la prima volta sulle infrastrutture critiche dell’informazione, accanto a quelle energetiche e dei trasporti, sinora oggetto di specifici piani di azione e strategie nazionali ed europee in funzione anti-terrorismo e criminalità  cibernetica”. La rappresentante della Commissione Europea Viviane Reding ha ricordato l’alta probabilità  di attacchi alle infrastrutture della comunicazione. Reding ha citato le conclusioni di uno studio del Forum Economico Mondiale 2008 secondo cui il rischio di un evento catastrofico-attacco cibernetico alle Ici è del 10-20%.

Comments are closed.