CINEMA: CIPRI’, TUTELARE SPETTATORI DA PROIEZIONI SCADENTI

CINEMA: CIPRI’, TUTELARE SPETTATORI DA PROIEZIONI SCADENTI
PALERMO
(ANSA) – PALERMO, 5 MAG – Un sindacato dei direttori della fotografia che tuteli gli spettatori da una cattiva visione dei film al cinema. Lo propone Daniele Ciprì, che ha appena ultimato con Marco Bellocchio le riprese del film “Vincere” in concorso a Cannes. “La mia iniziativa – aggiunge – prende le mosse da esperienze personali. L’ultimo episodio l’altra sera in un locale a Palermo dove la pellicola veniva proiettata senza luminosità  a causa di una lampada esaurita. I costi di questo supporto, sono molto alti e gli esercenti puntano molto al risparmio”. “Capisco che – osserva – vi sia una crisi del settore, ma questo non deve penalizzare gli spettatori e mortificare il lavoro dei direttori della fotografia che insieme al regista e a tutto il set tendono a realizzare un prodotto senza sbavature”. “Sarebbe il caso – dice Ciprì – che agli spettatori scontenti venisse restituito il costo del biglietto. E questo forse servirebbe agli esercenti a modernizzare le strutture tecniche”. A Palermo, ad esempio, “soltanto adesso – ricorda – alcuni cinema come il Marconi, l’Arlecchino e l’Aurora hanno comprato i proiettori per vedere i film in 3D”. (ANSA).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Venticinque milioni in più per il tax credit per il cinema. Il ministro Franceschini: uno strumento di sostegno che sta conoscendo un successo straordinario

Dalle serie tv, agli spettacoli comici passando per le produzioni made in Italy. Conto alla rovescia per l’arrivo di Netflix nel nostro paese

Dalla revisione di tax credit e quote di partecipazione, al nuovo modello per la negoziazione dei diritti. Governo al lavoro per il rilancio del settore audiovisivo