GIORNALISTI: ISF A MEDVEDEV, BASTA IMPUNITA’ AD ASSASSINI

GIORNALISTI: ISF A MEDVEDEV, BASTA IMPUNITA’ AD ASSASSINI
FIRENZE
(ANSA) – FIRENZE, 5 MAG – Un “accorato appello al presidente Dmitrij Medvedev perché, dopo aver dichiarato la fine della guerra in Cecenia, voglia mettere fine anche a quella contro i giornalisti che ha provocato decine e decine di vittime nella Federazione Russa lasciando impuniti gli assassini”, è stato rivolto oggi dall’esecutivo di Information safety and freedom (Isf). “Secondo le associazioni dei giornalisti russe – spiega Isf in una nota – sono oggi già  più di duecento i colleghi che sono stati assassinati nel corso dell’ultimo decennio e solo nell’ultima settimana si contano almeno sette nuove aggressioni. Secondo i dati delle stesse autorità  della Federazione Russa l’80 per cento dei responsabili dei casi di omicidio vengono identificati, condannati e imprigionati, Ma quando le vittime sono giornalisti, la percentuale scende al 10 per cento. Uccidere un giornalista nella Federazione Russa è un crimine cui viene garantita quasi sempre l’impunità “.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi