Televisione

07 maggio 2009 | 13:30

TV: GIULIETTI, DATI AGCOM DIMOSTRANO VIOLAZIONE PAR CONDICIO

TV: GIULIETTI, DATI AGCOM DIMOSTRANO VIOLAZIONE PAR CONDICIO
ROMA
(ANSA) – ROMA, 7 MAG – “I primi dati pubblicati dall’Autorità  di garanzia per la Comunicazione relativi alle presenze dei soggetti politici in tv ad aprile denotano uno squilibrio senza precedenti della par condicio”. Lo afferma il portavoce di Articolo21 Giuseppe Giulietti. “Per attenuare tale squilibrio dai dati generali sono stati addirittura separati i dati relativi al terremoto altrimenti sarebbero stati impresentabili tale lo squilibrio del governo e della maggioranza. Per fare un solo esempio e senza calcolare i dati del terremoto – spiega Giulietti -, nel cosiddetto tempo di parola (ad aprile) governo e premier hanno avuto il 68% del tempo su Rete4, il 61% su Italia 1 il 41% su Canale5. E tutto questo ricordiamo senza inserire i dati relativi al terremoto. Il combinato disposto da luogo ad una evidente negazione del pluralismo. Manca un mese alle elezioni europee e certamente non si può continuare in queste condizioni”. “In questo contesto di squilibrio gravissimo senza precedenti – sostiene ancora l’esponente dell’Italia dei valori – ci fa piacere che il cda abbia deciso di non decidere ma sarebbe ancora più grave se la mancata decisione fosse stata rinviata di una sola settimana. Perché in questo contesto la partita sarebbe truccata e saremmo di fronte a un vero e proprio colpo di mano che richiederebbe iniziative straordinarie dei garanti delle regole. Di sicuro questa situazione dovrà  essere contrastata dalle organizzazioni del settore interne ed esterne alla Rai alla quale farà  comunque da prologo l’assemblea che abbiamo indetto per lunedì prossimo con il Presidente Emerito Oscar Luigi Scalfaro, con il presidente dei Costituzionali Alessandro Pace e i rappresentanti dei giornalisti e della comunicazione”.(ANSA).

Comments are closed.