Comunicazione, TLC

12 maggio 2009 | 17:03

TLC: CALA GIRO AFFARI ITALIA, ULTIMI PER SPESA INFORMATICA

TLC: CALA GIRO AFFARI ITALIA, ULTIMI PER SPESA INFORMATICA
(AGI) – Udine, 12 mag. – L’andamento congiunturale delle industrie di telecomunicazione e informatica e’ stato esposto oggi alla Confindustria di Udine dal confermato capogruppo del settore Luigi Gregori, il quale non ha nascosto che “la crisi in atto ha rallentato nel corso dell’anno la domanda di prodotti e servizi ICT in tutti i Paesi”. In Italia, nel 2008, il mercato aggregato dell’ICT ha raggiunto i 64.463 milioni di euro (+ 0,1%). Il minor dinamismo rispetto al 2007, quando era cresciuto dello 0,9, e’ spiegabile dalla riduzione del giro d’affari della componente telecomunicazioni. Il confronto internazionale per l’ICT mostra per l’Italia una dinamica ancora inferiore a quella di tutti i principali paesi industrializzati, nonostante l’interesse diffuso all’Information Technology. Nell’ultimo anno sono infatti cresciute del 22,6% (+ 29,5% in ambito consumer) le unita’ di personal computer vendute; il volume d’affari dei fornitori di servizi Internet su rete fissa e’ cresciuto a doppia cifra (+ 11,5); inoltre, si e’ avuto un incremento nel gia’ saturo mercato della telefonia mobile (+ 1,6% di linee attive e + 0,4% di utenti effettivi). Nonostante questo l’Italia e’ ultimo tra i grandi paesi per spesa IT sul Pil: 2,0 contro valori ben piu’ elevati riscontrabili negli USA (4,2) e negli altri paesi dell’Europa Occidentale, come Francia (3,4), Regno Unito (3,3) e Germania (3,3). Piu’ in generale, la composizione per settori d’offerta (hardware, software e servizi e assistenza tecnica) mostra per il 2008 e in valore una lieve crescita della componente software e servizi (+ 1,3). Segna il passo invece il comparto hardware (-0,2), per la prima volta dopo anni. Sostanzialmente stabile e’ invece il settore dei servizi (+ 0,4 per cento, 9.355 milioni di euro). I servizi di assistenza tecnica proseguono il loro trend di declino fisiologico (795 milioni, – 2,5). Il mercato delle telecomunicazioni (apparati, terminali e servizi per reti fisse e mobili) ha invece generato in Italia, nel corso del 2008, un business di 44.120 milioni di euro, in calo dello 0,2 sul 2007, dopo il gia’ modesto incremento dell’anno prima (+ 0,4). Pesa molto nel dato il calo del comparto delle Telecomunicazioni su Rete Fissa (- 2,0), quest’anno non compensato a sufficienza da quello delle TLC su Rete Mobile (+ 1,3, 24.393 milioni). La dinamica per segmenti di clientela mostra la continua crescita della componente consumer (25.840 milioni, + 1,6) e il persistente calo di quella business (14.100 milioni, pari ad un – 1,8 , rispetto al – 2,3% del 2007).

Comments are closed.