RAI: ZAVOLI COSA STA RITARDANDO NOMINE, IN PARTICOLARE AL TG1?

RAI: ZAVOLI COSA STA RITARDANDO NOMINE, IN PARTICOLARE AL TG1?
(AGI) – Roma, 12 mag. – “Cosa sta ritardando le nomine, e in particolare alla direzione del principale telegiornale italiano?”. E’ la domanda con cui il presidente della commissione di Vigilanza Rai, Sergio Zavoli, ha chiuso la sua serie di quesiti posti ai vertici di viale Mazzini, il presidente Paolo Garimberti e il direttore generale Mauro Masi, durante la seconda parte dell’audizione cominciata un paio di settimane fa e che pero’ richiedera’ una terza tappa. Un’altra domanda di Zavoli ha riguardato gli appalti esterni Rai: “La partita degli appalti di format risponde per davvero al risparmio e non e’ invece essa stessa un fattore determinante del cattivo andamento dei conti? E la produzione esterna penalizza la qualita’ del prodotto?”. E a proposito di qualita’, Zavoli si e’ chiesto ed ha chiesto “cosa ha congiurato contro la qualita’ dei prodotti Rai? Che pensano di fare i vertici Rai”. Il presidente della Vigilanza ha fatto l’esempio del recente concerto diretto da Riccardo Muti a Milano, con il ritorno nel capoluogo lombardo dei Berliner Philarmoniker dopo ben 20 anni: “C’era tale attenzione attorno al concerto che pare strano che un’azienda culturale come la Rai non vi abbia prestato attenzione”. E per il senatore del Pd, oltre che a suo tempo presidente a viale Mazzini, “sarebbe un’aggravante se alla base ci fosse stato il rapporto costi/benefici, la Rai in fatto di cultura deve uscire da questa logica mercificante”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi