MONDADORI: FATTURATO CONSOLIDATO -23% NEL I TRIMESTRE

MONDADORI: FATTURATO CONSOLIDATO -23% NEL I TRIMESTRE

MILANO (ITALPRESS) – Nel primo trimestre 2009 il fatturato consolidato del Gruppo Mondadori e’ stato di 354,5 milioni (-23% rispetto ai 460,3 milioni dello stesso periodo del 2008); a perimetro costante la flessione e’ stata del 16,4%.
Il margine operativo lordo consolidato e’ risultato di 14,2 milioni (-70,7% rispetto ai 48,4 milioni dell’esercizio precedente), con un’incidenza sul fatturato del 4% rispetto al 10,5% del 2008. Il risultato operativo consolidato e’ stato pari a 8 milioni (-79,1% rispetto ai 38,2 milioni del primo trimestre del 2008), con ammortamenti di attivita’ materiali ed immateriali per 6,2 milioni (10,2 milioni nel 2008); l’incidenza sui ricavi e’ passata dall’8,3% del primo trimestre 2008 al 2,3%.
Il risultato prima delle imposte consolidato e’ stato di 2,6 milioni (-90,7% rispetto ai 27,9 milioni dei primi tre mesi dello scorso anno), con una diminuzione di 4,9 milioni degli oneri finanziari netti, per effetto sostanzialmente del minor costo dell’indebitamento. Il risultato netto consolidato e’ negativo per 1,8 milioni rispetto ai +17,7 milioni dell’esercizio precedente.
Il cash flow lordo del primo trimestre 2009 e’ stato di 4,4 milioni rispetto ai 27,9 milioni del 2008. La posizione finanziaria netta del Gruppo al 31 marzo 2009 presenta un saldo negativo pari a -454,2 milioni, in miglioramento rispetto ai -490,3 milioni di fine 2008. A tale risultato ha contribuito anche l’effetto di operazioni realizzate a fine 2008.
Per quanto riguarda la stima sui risultati dell’esercizio la societa’ ribadisce che e’ realistico attendersi per il 2009 livelli di redditivita’ inferiori allo scorso esercizio, particolarmente per i business piu’ legati agli investimenti pubblicitari.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

Priorità nel continuare a promuovere la lettura di libri, dice Pietro Grasso al convegno Il libro digitale

Pearson taglia 4 mila posti di lavoro. Annunciato il piano di ristrutturazione da mezzo miliardo di dollari