Televisione

14 maggio 2009 | 15:31

RAI: VAN STRATEN, SU SKY SCELTA STRATEGICA NON IDEOLOGICA

RAI: VAN STRATEN, SU SKY SCELTA STRATEGICA NON IDEOLOGICA
ROMA
(ANSA) – ROMA, 14 MAG – “La trattativa con Sky si deve aprire e quella della Rai deve essere una scelta strategica importante che non deve avere risvolti ideologici”. Lo dice il consigliere d’amministrazione Rai Giorgio Van Straten al termine della riunione del cda di oggi che ha dato mandato al direttore generale Mauro Masi di aprire la trattativa con Sky sui termini della permanenza o meno della tv pubblica sulla piattaforma di Rupert Murdoch. “L’atteggiamento dei consiglieri che oggi hanno votato all’unanimità  – spiega Van Straten – è stato proprio quello di voler capire dal punto di vista aziendale quale è la strada migliore da percorrere per la Rai”. Per il consigliere infatti “la Rai non ha partner ma competitor, che sono Rai e Mediaset, con i quali si possono anche fare accordi, così come abbiamo fatto con Mediaset e Telecom per Tivù. Non ci devono essere preconcetti né a favore, né contro e del risultato di oggi mi dichiaro soddisfatto”. Non nega però Van Straten che si tratti “di una vicenda complessa perché la trattativa è sul piano economico ma non solo e un elemento rilevante è anche la durata contrattuale. A mio avviso, da questo punto di vista, la loro proposta mi sembra troppo lunga”. La sua opinione è che “in generale la Rai debba sempre tendere all’obiettivo che la sua attività  raggiunga un numero maggiore possibile di persone. Per fare questo ci vogliono piattaforme diverse e risorse adeguate, poi si valuta laicamente quello che è sul tavolo”. Però per il consigliere “se la proposta di Sky è quella contenuta nelle due lettere che sono state inviate io non l’accetterei, ma nello stesso tempo dico che bisogna anche stare sul satellite. La questione va valutata senza ideologie preconcette. La trattativa ora è nella mani del dg e il cda né valuterà  le conclusioni”.

Comments are closed.