TLC: LINKEM, AUMENTO DI CAPITALE DA 50 MLN PER LA RETE WI-MAX

TLC: LINKEM, AUMENTO DI CAPITALE DA 50 MLN PER LA RETE WI-MAX
(AGI) – Roma, 14 mag. – Aumento di capitale di 50 milioni di euro da parte dei principali azionisti di Linkem (Sopaf S.p.A., Ramius Capital Group, Vintage Investment S.AR.L. e 2G Investment): l’obiettivo e’ sostenere e supportare le attivita’ di sviluppo della rete Wi-Max gia’ operativa sul territorio nazionale. Nel 2008 la Linkem, attraverso la sua unica controllante AFT S.p.A, si e’ aggiudicata le licenze del nuovo sistema di telecomunicazioni senza fili Wi-Max per 13 Regioni italiane, che rappresentano l’80% del territorio nazionale. La Linkem e’ attiva nella realizzazione dell’infrastruttura per la copertura di quei comuni privi della possibilita’ di accesso alla banda larga grazie a sistemi basati su tecnologia Wi-Max. Sono avviati, ad oggi, progetti in Lombardia, Veneto, Lazio, Campania, Puglia, Calabria, Sicilia, mentre, Brescia, Bari, Crotone e Latina sono le prime Provincie dove e’ installato il sistema WiMax. L’amministratore Delegato di Linkem Davide Rota si ritiene enormemente soddisfatto per l’aumento di capitale e convito che, con questo ulteriore passo, si potranno accelerare gli sviluppi e le implementazioni dell’infrastruttura Wi-Max. La Linkem S.p.A. e’ da tempo leader in Italia nel settore della connettivita’ senza fili e cura, con tecnologia Wi-Fi e Hiperlan, il collegamento alla Rete di 400 Comuni italiani, dei principali aeroporti nazionali, delle piu’ importanti catene alberghiere e centri congressuali, delle aree di servizio autostradale e degli aeroporti internazionali JFK di New York, O’Hare di Chicago e Heathrow di Londra.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Mai parlato con Niel della partecipazione di Iliad in Telecom, dice De Puyfontaine. E su Mediaset: per ora nessuna collaborazione, ma in futuro…

Vivendi acquista un ulteriore 0,86% di azioni Telecom. Jp Morgan limita la sua partecipazione al 9,9%

Tiscali: dimissioni per il Cda e il collegio sindacale al termine del processo di fusione con Aria. Convocata per il 16 febbraio l’assemblea dei soci