Protagonisti del mese, Scelte del mese

15 maggio 2009 | 14:58

Personaggi – Francesca Colombo. Dissi a Micheli: “Vorrei dare una mano anch’io”

“Proprio per tenere conto della crisi, per creare allegria per le piazze e le strade abbiamo creato una serie di concerti fuori programma. Si chiamano ‘MiTo per la città ’ e il primo si svolgerà  il 4 settembre con un coro gospel all’Ottagono in Galleria Vittorio Emanuele”. Francesca Colombo, segretario generale di MiTo SettembreMusica, alcuni dei fuori programma milanesi del festival delle due città , Milano e Torino, che ormai da tre anni ogni settembre offre ai cittadini dei due capoluoghi una nutrita serie di incontri musicali.
“Con Atm organizziamo piccole esibizioni nelle stazioni del metro e con l’Unione del commercio animeremo con concerti le strade e le piazze della periferia milanese il venerdì e il sabato sera, cercando di coinvolgere anche i commercianti perché tutta la città  viva questa grande festa della musica”, spiega Francesca Colombo, aggiungendo che la prossima edizione di MiTo toccherà  anche altre città : “Quest’anno saremo anche a Varese, a Lecco, a Brescia, a Cremona, a Monza, a Genova”.
“A parte il cartellone artistico che non posso anticipare prima della conferenza stampa del 27 maggio, quest’anno ci sono tante nuove iniziative”, prosegue Francesca Colombo. “Oltre all’impegno sul fronte ecologico per lavorare a impatto zero, la novità  importante è il nuovo sito Internet. Le newsletter avranno le immagini, ci saranno la MiTo tv in home page e il cartellone degli appuntamenti, schede sugli spettacoli e gli artisti”.
Novità  anche nel settore Education. MiTo proporrà  “una serie di spettacoli creati apposta per avere un linguaggio musicale comprensibile a bambini e ragazzi con concerti tutti i sabati e le domeniche”, dice Francesca Colombo. “Nell’ambito di MiTo Educational riserveremo ai ragazzi 600 posti alla Scala, fornendo loro una scheda tecnica per farli arrivare preparati a gustarsi lo spettacolo. Abbiamo anche in programma incontri educational per gli adulti che lamentano una mancanza di preparazione musicale”.

La versione integrale dell’articolo è sul mensile Prima Comunicazione n. 395 – maggio 2009