TLC

18 maggio 2009 | 10:08

Telecom I.: Telefonica valuta, fusione conviene (CorSera)

18 May 2009 08:55 CEDT Telecom I.: Telefonica valuta, fusione conviene (CorSera)

ROMA (MF-DJ)–I vertici di Telefonica non parlano della fusione con Telecom Italia, ma i numeri parlano per loro. Gli spagnoli hanno investito 2,3 miliardi di euro per avere il 10,4% del gruppo italiano, tramite Telco; oggi il loro investimento vale circa 1,25 miliardi.

In un’analisi del CorrierEconomia, supplemento economico settimanale del Corriere della Sera, si sottolinea che per Telefonica questa perdita potenziale puo’ essere considerata un investimento strategico, che da’ a Telefonica il diritto di veto su aumenti di capitale, fusioni, alleanze, cessioni importanti da parte di Telecom Italia. Un tale diritto in mano a un concorrente come Telefonica, puo’ anche diventare una specie di opzione call, per prendersi l’azienda italiana quando tutte le altre alternative per il suo sviluppo autonomo d’impresa si rivelassero impraticabili.

Per arrivare all’incorporazione di Telecom Italia, Telefonica puo’ giocare su alcune contraddizioni -il valore degli investimenti di Telco sceso di molto, l’esposizione della cordata con le principali banche italiane- magari riconoscere ai partner di Telco un premio superiore a quello riservato ai soci di minoranza. In ogni caso, telefonica potrebbe rifinanziare i premi di maggioranza vendendo Tim Brasil e Telecom Argentina. Operazione che potrebbe fare anche Telecom Italia, ma solo a patto che i soci italiani siano disposti a far uscire gli spagnoli da Telco con la dote prevista.

Il CorrierEconomia conclude quindi che, di fronte alla debolezza dei soci italiani di Telco, che finora non hanno mai preso in esame la strada maestra dell’aumento di capitale in Telecom, l’unico vero ostacolo per Telefonica potrebbe essere il Governo. red/ren

(END) Dow Jones Newswires

Comments are closed.