Editoria, Radio

18 maggio 2009 | 17:18

AUDIRADIO: AGCOM, CAPITALE APERTO E METODI TRASPARENTI

AUDIRADIO: AGCOM, CAPITALE APERTO E METODI TRASPARENTI
AUTORITA’ ADOTTA MISURE PER SOCIETA’ CHE RILEVA ASCOLTI RADIO
ROMA
(ANSA) – ROMA, 18 MAG – Ribilanciare le partecipazioni dei soci e aprire il capitale ai soggetti non rappresentati, come le emittenti locali; realizzare un sistema di controllo della qualità  della rilevazione degli ascolti, verificato da un soggetto super partes; rendere accessibili dati e procedure a tutti gli iscritti all’indagine, per garantire maggior trasparenza: sono alcune delle misure adottate dall’Autorità  per le garanzie nelle comunicazioni nei confronti di Audiradio, la società  che rileva gli ascolti delle emittenti radiofoniche. Quanto alle novità  introdotte da Audiradio nell’indagine 2009, in particolare l’adozione di panel diari – per monitorare l’ascolto della radio giorno dopo giorno, per un intero mese (finora Audiradio forniva dati per periodi non superiori ai sette giorni) – l’Agcom ha sostanzialmente promosso il nuovo sistema, ma anche anche stabilito che le rilevazioni molto dettagliate (aumentate da 24 a 30 casi al giorno) potranno essere usate solo per l’elaborazione dei dati bimestrali, non per quelli semestrali e annuali. Una decisione in linea con le richieste delle emittenti locali, che si erano dette penalizzate dal nuovo sistema.

AUDIRADIO: AGCOM, CAPITALE APERTO E METODI TRASPARENTI (2)
ROMA
(ANSA) – ROMA, 18 MAG – La commissione Servizi e prodotti dell’Agcom, presieduta da Corrado Calabrò, relatori Giancarlo Innocenzi Botti e Michele Lauria, “a conclusione dell’istruttoria sugli indici di ascolto radiofonici avviata a seguito delle segnalazioni delle Associazioni Rea e Aeranti-Corallo e di alcune emittenti radiofoniche – spiega una nota dell’organismo di garanzie – ha approvato specifiche misure e raccomandazioni rivolte ad Audiradio”. Le misure, spiega la nota, “riguardano la governance della società  Audiradio, l’introduzione di criteri di maggior correttezza e trasparenza dell’indagine sugli indici di ascolto radiofonici e la valutazione sulle novità  introdotte da Audiradio nell’indagine 2009″. Per quanto riguarda la governance, “Audiradio dovrà  attuare un progressivo ribilanciamento delle partecipazioni attualmente detenute dai soci e un allargamento del capitale sociale alle componenti della radiofonia attualmente non rappresentate (settore delle emittenti locali), al fine di assicurare la massima rappresentatività  dell’intero comparto”. Attualmente il capitale di Audiradio è composto da utenti pubblicitari, Rai, emittenza privata nazionale e concessionarie di pubblicità  radiofonica. “Per soddisfare le esigenze di correttezza – spiega ancora l’Agcom – la società  è tenuta a realizzare un sistema di controllo della qualità  dell’indagine, che sarà  verificato da un soggetto terzo, super partes, individuato da Audiradio. Tale soggetto dovrà  inviare un report annuale all’Autorità  per le garanzie nelle comunicazioni sui risultati della verifica effettuata. Inoltre, ai fini di una maggior trasparenza, i dati e le procedure adottate per la stima degli ascolti dovranno essere resi accessibili a tutti gli iscritti all’indagine”. L’Autorità  ha inoltre rilevato che “la nuova indagine tramite panel-diari, tecnica utilizzata anche da altri Paesi europei, risponde all’esigenza di implementare sistemi di rilevazione degli ascolti radiofonici più innovativi ed oggettivi. Per quanto riguarda l’innalzamento della soglia di pubblicazione (da 24 a 30 casi), l’Autorità  ha ritenuto che tale innovazione, seppure conduca a risultati metodologicamente più affidabili, possa essere utilizzata solo nella rilevazione bimestrale, ma non in quelle semestrale ed annuale, nelle quali può determinare l’esclusione di un numero considerevole di emittenti dalla rilevazione degli indici di ascolto”. L’Agcom, conclude la nota, “vigilerà  sul rispetto delle disposizioni impartite in base ai poteri che le sono conferiti dalla legge in materia di rilevazione degli indici di ascolto”.

Comments are closed.