COMUNITARIA: CAMERA; BAGARRE IN AULA SU NORMA FREQUENZE TV

COMUNITARIA: CAMERA; BAGARRE IN AULA SU NORMA FREQUENZE TV
(V. COMUNITARIA: CAMERA, ESAME LEGGE SLITTA…’ DELLE 18.50)
ROMA
(ANSA) – ROMA, 19 MAG – Tra i punti più dibattuti della legge comunitaria, che hanno acceso oggi la discussione in Aula alla Camera contribuendo al rinvio a domani mattina dell’esame del provvedimento, c’é un emendamento a firma di Paolo Gentiloni (Pd) in materia di frequenze tv. In particolare, la formulazione proposta da Gentiloni modifica l’articolo 39 quater della legge, nel quale è stata recepita – su proposta del Governo – la delibera dell’Autorità  per le garanzie nelle comunicazioni che ha definito i criteri per l’assegnazione delle frequenze con il passaggio al digitale terrestre, indicando in cinque nuove reti il dividendo che sarà  messo a gara. L’emendamento Gentiloni aggiunge alla pronuncia dell’Agcom tre paletti: evitare il protrarsi di posizioni dominanti; stabilire che la gara procuri un’adeguata valorizzazione alle casse dello Stato (sia cioé un’asta competitiva e non un ‘beauty contest’); riservare un dividendo digitale agli operatori di telecomunicazioni. (ANSA).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi