EDITORIA: DE BORTOLI, DIFFICILE FAR PAGARE INFORMAZIONE SU WEB

EDITORIA: DE BORTOLI, DIFFICILE FAR PAGARE INFORMAZIONE SU WEB
(AGI) – Borgo La Bagnaia (Siena), 22 mag. – “Vedo difficile arrivare a far pagare l’informazione che arriva con il web. Penso invece che sia possibile preparare una serie di servizi personalizzati, come ad esempio il mondo delle professioni”. Lo ha detto Ferruccio de Bortoli, direttore del Corriere della Sera, intervenendo a “Crescere tra le righe” a Borgo La Bagnaia, e toccando uno dei temi su cui si e’ articolata la prima parte dei lavori. Per de Bortoli “il giornale puo’ essere lo strumento che avvicina le professioni, facendo da ponte. L’informazione e’ anche uno strumento per vivere meglio”. Per il direttore del Corriere della Sera i quotidiani sono ben lontani dall’essere considerati qualcosa di secondo piano nel veicolare informazione e notizie. I quotidiani, invece, sono una delle poche cose che hanno una doppia capacita’: “Consentono di sentirci legati alle proprie tradizioni, alla propria identita’, e al tempo stesso di essere cittadini del mondo. I quotidiani sono ancora pezzi d’identita’, che fanno si’ che ci si senta piu’ uniti, ci si parli i piu'”. Infine, “una democrazia e’ debole quando l’opinione pubblica e’ piu’ suggestionabile”. (AGI) Viv

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

Priorità nel continuare a promuovere la lettura di libri, dice Pietro Grasso al convegno Il libro digitale

Pearson taglia 4 mila posti di lavoro. Annunciato il piano di ristrutturazione da mezzo miliardo di dollari