CONFALONIERI, PREMIER SI LAMENTA STAMPA? MA POI LASCIA FARE

CONFALONIERI, PREMIER SI LAMENTA STAMPA? MA POI LASCIA FARE
LA BAGNAIA (SIENA)
(ANSA) – LA BAGNAIA (SIENA), 22 MAG – Il premier Berlusconi si lamenta della qualità  dell’informazione, anche Mediaset, nei confronti della sua parte politica e di se stesso? “Non sono d’accordo con quello che dice Berlusconi. Faccio dialettica con lui. Ma poi, essendo un liberale, ti lascia fare quello che vuole”. E’ la risposta di Fedele Confalonieri, presidente Mediaset, a una domanda rivoltagli nel corso del convegno Crescere tra le righe, a Borgo La Bagnaia (Siena). In generale, ha spiegato Confalonieri, il risentimento è un atteggiamento diffuso “se non parli bene delle persone, che siano politici, letterati, giornalisti, sportivi: vale per Berlusconi come per Mike Bongiorno”. Quanto all’indipendenza dei giornalisti, “che siano di destra o di sinistra, non importa quanto siano faziosi: l’importante – ha detto il presidente di Mediaset – è che sappiano fare il loro mestiere”. Questo vale anche per la tv, secondo Confalonieri, che ha citato tra l’altro le inchieste di Striscia la notizia di Antonio Ricci: “Un bravo giornalista non fa polemiche diffamatorie. Se vuoi avere un giornale o un canale di successo, devi avere gente molto valida e devi accettarla nel bene o nel male”. (ANSA).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi