Editoria

26 maggio 2009 | 12:57

INFORMAZIONE: GIOVEDI’ 28 GIORNATA FNSI-USIGRAI DIFESA AUTONOMIA

INFORMAZIONE: GIOVEDI’ 28 GIORNATA FNSI-USIGRAI DIFESA AUTONOMIA
(ASCA) – Roma, 26 mag – Fnsi e Usigrai organizzano una giornata in difesa dell’autonomia dell’informazione in Italia e nel servizio pubblico giovedi’ 28 maggio, alle 10, nella sala Capranichetta in piazza del Parlamento. ”Il conflitto di interessi del Presidente del Consiglio rende piu’ grave di sempre -si legge in un comunicato Fnsi-Usigrai- la tradizionale e pesante subordinazione della Rai ai voleri della politica. Il primo pacchetto di nomine varato ieri porta il segno offensivo di una decisione maturata fuori da viale Mazzini, con l’aggiunta del consueto scarso rispetto per le professionalita’ interne e con moltiplicazioni degli incarichi incompatibili con un’organizzazione razionale. E’ rimasto inascoltato l’appello del Presidente della Vigilanza, che evidentemente per alcuni va apprezzato ed elogiato solo finche’ le sue parole non toccano gli interessi concreti di qualche parte politica”. ”Queste prime decisioni degli amministratori Rai -prosegue il comunicato- contribuiscono a rendere ancora piu’ scuro il quadro dell’autonomia dell’informazione in Italia, gia’ esposto ai rischi di una limitazione del diritto di cronaca con il ddl Alfano o alle reazioni minacciose nelle quali incorre il giornalismo che ancora si ostini a fare domande. Anche per questo gli organismi internazionali continuano a guardare con preoccupazione all’anomalia italiana. Il sindacato dei giornalisti non intende rassegnarsi ad una nuova stagione di asservimento della Rai. Percio’ la Fnsi e l’Usigrai organizzano per giovedi’ 28 maggio dalle ore 10 nella Sala Capranichetta a piazza Montecitorio una iniziativa a difesa dell’autonomia del servizio pubblico e dell’informazione in Italia, alla quale chiameranno i vertici della Rai, le rappresentanze dei dipendenti, le istituzioni di garanzia, esponenti politici di governo e di opposizione, le forze del mondo del lavoro e le voci della societa’ interessate al rilancio dell’azienda”.