CINEMA: IN MOSTRA A BOLOGNA CINQUE MAESTRI DELLA FOTOGRAFIA

CINEMA: IN MOSTRA A BOLOGNA CINQUE MAESTRI DELLA FOTOGRAFIA
(AGI) – Bologna, 26 mag. – Cinque documentari per cinque maestri della fotografia: Franco Fontana, Mimmo Jodice, Gianni Berengo Gardin, Gabriele Basilico, Ferdinando Scianna si raccontano in cinque film che la Cineteca di Bologna presentera’ in anteprima in versione integrale nella tre giorni al Cinema Lumie’re ‘Fotografia al cinema’ (curata da Rosaria Gioia e Giuseppe De Mattia dell’Archivio Fotografico della Cineteca di Bologna), venerdi’ 29, sabato 30 e domenica 31 maggio, alla presenza degli stessi Franco Fontana, Gianni Berengo Gardin , Ferdinando Scianna . Prodotta da Giart – Visioni d’Arte, la serie ‘Fotografia italiana’ ha il patrocinio della Cineteca di Bologna e verra’ distribuita a partire proprio dalla fine di maggio grazie alla collaborazione con Contrasto. I documentari saranno presentati negli stessi giorni nell’ambito di FotoGrafia Festival Internazionale di Roma. Con questo progetto, la Cineteca di Bologna e il suo Archivio Fotografico pongono le basi per una riflessione sul contemporaneo in fotografia: l’Archivio Fotografico, che si occupa da tempo della conservazione e della valorizzazione del proprio patrimonio, intende approfondire la ricerca in riferimento al materiale conservato, volgendo allo stesso tempo lo sguardo verso la fotografia contemporanea; vuole affrontare i problemi e le tematiche che essa indaga, coinvolgendo e interpellando i suoi protagonisti, ponendosi dal loro punto di vista. Lo stesso obiettivo che si pongono i cinque documentari.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Venticinque milioni in più per il tax credit per il cinema. Il ministro Franceschini: uno strumento di sostegno che sta conoscendo un successo straordinario

Dalle serie tv, agli spettacoli comici passando per le produzioni made in Italy. Conto alla rovescia per l’arrivo di Netflix nel nostro paese

Dalla revisione di tax credit e quote di partecipazione, al nuovo modello per la negoziazione dei diritti. Governo al lavoro per il rilancio del settore audiovisivo