Editoria

29 maggio 2009 | 11:48

EDITORIA: L’UNITA’; AVVIATO LO STATO DI CRISI

EDITORIA: L’UNITA’; AVVIATO LO STATO DI CRISI
ASSEMBLEA, ALLARMATI DA INCERTEZZE ASSETTI PROPRIETARI
ROMA
(ANSA) – ROMA, 28 MAG – Il Cdr dell’Unità , con le associazioni di stampa territoriali e la Fnsi, ha ratificato al ministero del Lavoro l’accordo con la Nie (Nuova iniziativa editoriale, società  editrice del giornale) per il piano di ristrutturazione e l’avvio dello stato di crisi per il quotidiano. E’ quanto si legge in una nota congiunta del Comitato di redazione, delle associazioni territoriali e della Federazione Nazionale della Stampa dove si sottolinea la persistente incertezza “dei nuovi assetti proprietari della Nie”, così come “le prospettive patrimoniali, proprietarie ed economiche appaiono confuse e preoccupanti”. “Quello che serve adesso – si legge ancora – è uno sforzo congiunto. Uno sforzo che può essere condiviso da tutti: sarebbe un gesto di grande significato una partecipazione personale alla solidarietà , nelle forme e nei modi possibili, dei membri del Consiglio d’Amministrazione e dei vertici dell’azienda, allineandosi a quanto già  deciso dalla direzione giornalistica, che potrà  condividere nelle forme che riterrà  opportune i sacrifici che la redazione è chiamata a sostenere”. “L’ulteriore trattativa sul contenimento del costo del lavoro non può mettere ulteriormente a rischio le retribuzioni. E’ altresì evidente che grande impatto sulla vita quotidiana dei redattori avrà  il piano di riorganizzazione del lavoro che chiediamo alla direzione – prosegue la nota – di presentare al più presto e in modo dettagliato alla rappresentanza sindacale per essere, poi, oggetto di un approfondito confronto con la redazione e quindi oggetto di uno specifico accordo”. (ANSA).