Comunicazione

29 maggio 2009 | 15:59

M&C: De Benedetti studia l’uscita (MF)

29 May 2009 09:28 CEDT M&C: De Benedetti studia l’uscita (MF)

MILANO (MF-DJ)–Dopo lo scioglimento anticipato del patto di sindacato tra la Romed di Carlo De Benedetti e la Secontip di Gianni Tamburi, circolano voci circa un’uscita dal capitale di M&C dell’Ingegnere.

Questa sarebbe una mossa a sorpresa, si legge sulle pagine di MF, visto che era stato proprio De Benedetti a lanciare il fondo d’investimento. L’Ingegnere tuttavia non e’ nuovo a colpi a sorpresa e l’uscita di Romed (16,3%) dal capitale di M&C appare un’opzione plausibile. E questo soprattutto alla luce della spartizione della cassa: alla finanziaria di De Benedetti finira’ infatti la parte piu’ cospicua, 41,4 mln.

L’uscita di Romed dall’azionariato di M&C dovrebbe condurre ad un maggior coinvolgimento di Gianni Tamburi, attualmente al 15,12 con la Secontip, cui spettano 38,6 mln dalla spartizione della cassa. Con questa cifra Tamburi potrebbe proporre a De Benedetti l’acquisto della quota Romed, trovandosi cosi’ a controllare il fondo d’investimento senza essere obbligato a lanciare un’opa. L’alternativa consisterebbe in un rafforzamento nel capitale dell’attuale management di M&C.