RAI: BONDI, TV PUBBLICA NON TRASMETTA SOLO REALITY

RAI: BONDI, TV PUBBLICA NON TRASMETTA SOLO REALITY
(AGI) – Roma, 4 giu. – “La Tv pubblica non deve trasmettere solo reality. La televisione, soprattutto quella pubblica, deve fare altro. Come ha detto Franceschini, lo cito perche’ sono d’accordo con lui su questo punto, la Rai deve formare ed informare e purtroppo la televisione pubblica oggi abdica quasi totalmente a questo compito”. Cosi’ il ministro dei Beni Culturali Sandro Bondi intervistato da Klaus Davi per il programma Klaucondicio. “Bisogna riequilibrare le cose – prosegue Bondi -. Certo il problema dell’auditel e’ un grande impaccio lungo questa strada, perche’ gioca a favore delle trasmissioni piu’ commerciali”. Via gli spot pubblicitari: “Credo che il tema della pubblicita’ sulle reti pubbliche vada affrontato anche in Italia”. Secondo Bondi, infatti, “Non e’ un caso se il governo francese di Sarkozy, di centro-destra, e il governo spagnolo di centro-sinistra hanno preso un’unica decisione: quella di togliere la pubblicita’ in un canale televisivo pubblico da una certa ora in poi. Proprio per questo ho inviato una lettera ai ministri della cultura francese e spagnolo per invitarli in Italia a discutere su questo punto”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi