TLC

05 giugno 2009 | 10:08

Tlc: in salvo il passaggio Gsm-Umts (MF)

05 Jun 2009 08:31 CEDT Tlc: in salvo il passaggio Gsm-Umts (MF)

MILANO (MF-DJ)–Tutto il mondo delle Tlc europee si e’ mosso all’unisono, dai gestori alle aziende che producono tecnologia. Obiettivo, convincere i governi dell’Unione a non rinviare a settembre con il pacchetto Telecom I. anche il via libera al refarming delle frequenze Gsm.

Secondo quanto si apprende da MF, questo sarebbe un passaggio fondamentale che puo’ far decollare finalmente il mercato della connessione mobile ad alta velocita’, visto che le vecchie frequenze Gsm saranno utilizzate per i servizi in Umts, che permettono una migliore trasmissione dei dati.

Il Commissario alla Tlc, Vivianne Reding, pero’, non ha mai voluto affrontare la questione al di fuori dell’intero pacchetto Telecom, che dopo una lunga gestazione e’ andato in votazione in una delle ultime sedute del Parlamento Ue. In zona Cesarini un emendamento ha aperto una breccia nell’intesa complessiva. Pietra dello scandalo la normativa sul rispetto del copyright su Internet, su cui premono fortemente i francesi, intenzionati a varare una legge nazionale che prevede, dopo tre avvisi inascoltati, il distacco del collegamento per i fanatici del downloading illegale.

L’emendamento ha avuto l’effetto di bloccare l’intero pacchetto visto che anche una modifica minima comporta il rinvio dell’intero provvedimento alla procedura di conciliazione. Fino a settembre restera’ tutto bloccato. Ecco spiegato l’attivismo del mondo delle Tlc, che sarebbe riuscito a convincere i Governi a considerare le norme riguardanti il Gsm come un “punto A”, parola magica che definisce le questioni non controverse e quindi passibili di immediata emanazione. red/md

(END) Dow Jones Newswires.