TLC

08 giugno 2009 | 18:18

TLC: TECNOLOGIA WIMAX FUJITSU PER TELEFONI VOIP IN AFRICA

TLC: TECNOLOGIA WIMAX FUJITSU PER TELEFONI VOIP IN AFRICA
(ASCA-CORRIERE COM.) – Roma, 8 giu – Wimax e Voip. E’ il nuovo binomio scelto per le comunicazioni nei Paesi in via di sviluppo. Fujitsu Microelectronics e Smile Telecoms Holdings hanno annunciato la nascita del primo telefono e servizio a basso costo Wimax Voip per i paesi africani. Il terminale sara’ un telefono da scrivania a batterie, dotato di un’interfaccia Linux. Nello specifico Fujitsu fornisce il chipset Wimax per il telefono Voip di seconda generazione costituita da un SoC (System-on-Chip) a banda base Wimax a basso consumo, un ricetrasmettitore Rf a tripla banda e un chip a gestione energetica ottimizzata dotato di protocol stack con certificazione Wimax e un connection manager proprietario. Smile utilizzera’ i primi terminali Wimax in occasione del lancio della sua rete in Uganda. ”L’obiettivo di Smile e’ quello di consentire ai clienti che risiedono nei paesi in via di sviluppo di comunicare in modo facile ed economico – spiega Irene Charnley, Ceo di Smile Telecoms Holdings -. La partnership avviata con Fujitsu Microelectronics, per sviluppare un telefono a basso costo con caratteristiche tecnologiche innovative, rappresenta un aspetto importante della vision di Smile”. Obiettivo ultimo del progetto Wimax Voip e’ quello di consentire la comunicazione ”ubiquitaria” nei paesi in via di sviluppo, come precisa Makoto ‘Mac’ Awaga, General Manager, Mobile Solutions Division di Fujitsu Microelectronics. ”E’ nato un sistema di comunicazione ottimizzato che e’ il primo del suo genere ad essere introdotto sul mercato, un telefono Voip Wimax economico e a basso consumo in grado di soddisfare le esigenze dei mercati emergenti. Questa straordinaria combinazione tra Wimax e Voip consentira’ di far giungere i servizi in regioni nuove e di aprire nuovi mercati e prospettare nuovi impieghi”.