Televisione

09 giugno 2009 | 14:55

DIGITALE TERRESTRE: NEL LAZIO GIA’ PRONTE 7 FAMIGLIE SU 10

DIGITALE TERRESTRE: NEL LAZIO GIA’ PRONTE 7 FAMIGLIE SU 10
(AGI) – Roma, 9 giu. – Ancora una settimana e nella notte fra lunedi’ 15 e martedi’ 16 giugno in gran parte del Lazio, compresa Roma, comincera’ a farsi strada il digitale terrestre: si spegnera’ infatti il segnale analogico di Raidue e Retequattro che, da quel momento, saranno ricevibili per l’appunto solo in digitale. La popolazione coinvolta e’ di 4.550.000 persone residenti in 166 comuni (per sapere se il proprio comune e’ chiamato in causa si puo’ chiamare lo 800.022.000 o collegarsi al sito www.decoder.comunicazioni.it oppure www.laziodigitale.tv). Al momento il livello di informazione su questo passaggio della transizione al Digitale TV risulta gia’ molto elevato – come segnala una nota di Dgtvi -, visto che “circa il 90 per cento dei cittadini coinvolti ne e’ a conoscenza, quasi il 60 per cento ne ricorda anche la data”. Gli ultimi dati elaborati da Makno, relativi all’ultima settimana di maggio, evidenziano inoltre che “il 47 per cento delle famiglie televisive laziali e’ gia’ dotato di un decoder per il digitale terrestre e che la penetrazione del digitale terrestre nella Regione e’ di oltre 10 punti superiore al dato nazionale (36,5 per cento delle famiglie)”. Un altro 20 per cento delle famiglie e’ inoltre dotato di altri sistemi di ricezione digitale (satellite, IPTV) arrivando cosi’ a raggiungere la soglia del 70 per cento delle famiglie laziali “digitalizzate”. Le stime di GFK – aggiunge il comunicato – sottolineano che sono stati venduti, nel solo mese di aprile, circa 90.000 ricevitori per il digitale. Le vendite del Lazio, da sole hanno rappresentato nel periodo di riferimento il 16 per cento delle vendite nazionali. (AGI) Vic (Segue)

DIGITALE TERRESTRE: NEL LAZIO GIA’ PRONTE 7 FAMIGLIE SU 10 (2)
(AGI) – Roma, 9 giu. – Nella notte fra il 15 e il 16 giugno con il Lazio si raggiungera’ quindi “un’altra tappa fondamentale nel processo di digitalizzazione” della televisione italiana che verra’ completato entro il 2012. Si tratta della anticipazione del passaggio definitivo al digitale che si compiera’ nella Regione fra il 16 e il 30 novembre 2009, in cui, oltre a RaiDue e Rete Quattro, verra’ spento il segnale analogico anche di tutti gli altri canali presenti sul territorio e sara’ quindi possibile ricevere tutta l’offerta televisiva terrestre gratuita esclusivamente in digitale. In tutti i territori interessati, Raidue e Retequattro continuano a trasmettere avvisi che informano i cittadini con un messaggio che annuncia: “Dal 16 giugno Raidue e Retequattro trasmetteranno esclusivamente in digitale terrestre. Per vedere i programmi occorre dotarsi di un decoder o di un televisore digitale terrestre. Per informazioni 800.022.000″. Il numero verde segnalato e’ quello messo a disposizione dal Ministero dello Sviluppo Economico Dipartimento per le Comunicazioni (http://www.decoder.comunicazioni.it/) ed offre tutte le informazioni necessarie sul passaggio al digitale terrestre. E’ completamente gratuito ed è attivo dal lunedì al sabato (esclusi i festivi), dalle 8.00 alle 20.00. Si ricorda che per agevolare la fascia economicamente piu’ debole, il Ministero dello Sviluppo Economico – Dipartimento per le Comunicazioni ha inoltre predisposto un programma di contributi per l’acquisto del decoder digitale terrestre. Per usufruire di tale contributo, consistente in uno sconto di 50 euro per l’acquisto di un decoder di tipo interattivo, sara’ sufficiente recarsi presso i rivenditori autorizzati che lo applicheranno direttamente ai soggetti che soddisfano tutti i seguenti requisiti: residenza in uno dei comuni coinvolti nello Switch-Over del 16 giugno 2009; eta’ uguale o superiore ai 65 anni (compiuti o da compiersi entro il 31/12/2009); reddito uguale o inferiore ai 10.000 euro (riferito alla dichiarazione dei redditi per l’anno 2007); prova dell’effettivo pagamento del canone televisivo dell’anno in corso. I soggetti interessati, inoltre, non dovranno mai aver usufruito di precedenti contributi all’acquisto del decoder per il digitale terrestre e dovranno, al momento dell’acquisto, presentare un documento di identita’, il proprio codice fiscale e la ricevuta di pagamento del canone televisivo. (AGI) Vic