Televisione

15 giugno 2009 | 11:58

TV:DIGITALE TERRESTRE; LAZIO, DOMANI NOTTE, ISTRUZIONI /ANSA

TV:DIGITALE TERRESTRE; LAZIO, DOMANI NOTTE, ISTRUZIONI /ANSA
(SCHEDA)
ROMA
(ANSA) – ROMA, 14 GIU – Nella notte tra domani, lunedì 15, e martedì 16 giugno, nel Lazio Raidue e Retequattro passano in digitale. Fondamentale è la successiva risintonizzazione dei decoder, come informa una nota del consorzio per il digitale Dgtv (Telecom Italia Media, Rai, Mediaset, le locali della Frt e di Aeranti Corallo), che dà  tutte le informazioni sull’avvenimento. Avvenuto il passaggio di Raidue e Retequattro in digitale, il 16 giugno potrebbe essere necessario effettuare l’operazione di risintonizzazione del proprio decoder o del televisore, al fine di ricevere correttamente tutti i nuovi programmi e servizi. Molti ricevitori effettuano questa operazione automaticamente, per altri è invece necessario avviarla manualmente: si tratta di una procedura assai semplice che è possibile effettuare, dal menu di ogni televisore o decoder, seguendo le indicazioni a video. Chi avesse difficoltà , oltre a consultare eventualmente il libretto di istruzioni del ricevitore, può collegarsi al sito Internet www.decoder.comunicazioni.it, dove è presente una guida apposita. Inoltre, ci si può rivolgere al numero verde 800 022 000 messo a disposizione dal Ministero dello Sviluppo Economico Dipartimento per le Comunicazioni. completamente gratuito ed è attivo, per questa settimana, tutti i giorni (inclusa la domenica) dalle 8.00 alle 23.00. In tutti i comuni interessati, Rai2, Retequattro e tutte le altre reti nazionali, a partire da oggi, trasmettono avvisi che informano i cittadini sull’eventualità  di dover effettuare l’operazione di risintonizzazione dei canali sul proprio decoder o sul proprio televisore. La popolazione coinvolta, precisamente 4.550.000 persone residenti in 166 comuni, dovrà  dotarsi di un decoder digitale da collegare al proprio televisore, oppure di un nuovo televisore provvisto di decoder integrato. In linea di massima non si dovrà  apportare alcuna modifica all’impianto di ricezione. Il digitale terrestre, infatti, si serve di una comune antenna televisiva. La nota di Dgtv ricorda che, per agevolare la fascia economicamente più debole, è ancora a disposizione il contributo di 50 euro predisposto dal Ministero dello Sviluppo Economico Dipartimento per le Comunicazioni per l’acquisto del decoder digitale di tipo interattivo. Per usufruire di questo sconto sarà  sufficiente recarsi presso i rivenditori autorizzati che lo applicheranno direttamente ai soggetti che soddisfano tutti i seguenti requisiti: – Residenza in uno dei comuni coinvolti nello Switch-Over del 16 giugno 2009; – Età  uguale o superiore ai 65 anni (compiuti o da compiersi entro il 31/12/2009); – Reddito uguale o inferiore ai 10.000 euro (riferito alla dichiarazione dei redditi per l’anno 2007); – Prova dell’effettivo pagamento del canone televisivo dell’anno in corso. I soggetti interessati, conclude la nota di Dgtv, non dovranno poi mai aver usufruito di precedenti contributi all’acquisto del decoder per il digitale e dovranno, al momento dell’acquisto, presentare un documento di identità , il proprio codice fiscale e la ricevuta di pagamento del canone televisivo.