Editoria

15 giugno 2009 | 12:01

BERLUSCONI: SIDDI (FNSI),GIU’ MANI DA GIORNALI E GIORNALISTI

BERLUSCONI: SIDDI (FNSI),GIU’ MANI DA GIORNALI E GIORNALISTI
CAGLIARI
(ANSA) – CAGLIARI, 13 GIU – “Le parole che sanno di gaffe, i chiarimenti successivi affidati alla solita nota stampa, uno stop and go ormai consueto del presidente del Consiglio Berlusconi non cambia i termini di una linea che si insinua giorno dopo giorno per destabilizzare il pluralismo dell’informazione in Italia”. Lo ha dichiarato in serata il segretario della Federazione nazionale della stampa Franco Siddi. “Può non piacergli questo o quel giornale – sottolinea Siddi -, ma continuare ad attaccare la stampa che dà  conto dei fatti di pubblico interesse anche se non sono a lui graditi e accoglie le voci critiche è esercizio di libertà  e rispetto del pluralismo. Ingenerare anche solo il dubbio che occorra non dare pubblicità  ai media ‘disfattisti’ e poi correggere o chiarire è imbarazzante e grave. E’ quanto di più destabilizzante possa accadere per la buona salute democratica del Paese, per il libero confronto delle idee, per un mercato davvero aperto senza condizionamenti impropri. “Non ci sono categorie eversive, non i giornalisti né gli editori scomodi. L’Italia – conclude il segretario della Fnsi – non può finire fuori dall’Europa per leggi, atti, illiberali, parole stridenti e minacciose del premier nei confronti della stampa”. (ANSA).