RAI: MASI, RADIO IN CALO E’ CAMPANELLO PER RIPENSAMENTO MISSIONE

RAI: MASI, RADIO IN CALO E’ CAMPANELLO PER RIPENSAMENTO MISSIONE

(ASCA) – Roma, 16 giu – Calo di ascolti per Radio Rai e conseguente ”ripensamento” della sua missione. A confermare il trend e’ il direttore generale della Rai, Mauro Masi in audizione in commissione di Vigilanza. ”Radio Rai, con tre canali e due servizi a copertura limitata e senza pubblicita’ – ha detto Masi -, ha mantenuto la quota di share della radio al 20%, mentre Radio Francia fa il 21%. E se Radio Uno ha un ascolto medio in calo dell’8,6% su base annua, Radio Due presenta una contrazione significativa che raggiunge il 17,2% di audience annuo”, anche a causa del mancato effetto-Fiorello nelle rilevazioni del 2009. Ascolto ”sostanzialmente invariato” invece per Radio tre: 1,9 milioni di ascoltatori nel giorno medio. Calo infine anche per Isoradio: -12% nel primo trimestre, dovuto anche ”alle condizioni meteorologiche sfavorevoli che non hanno agevolato la mobilita”’. ”Il settore – ha sottolineato il dg – necessita di un ripensamento della missione e il calo di ascolti e’ un campanello importante soprattutto riguardo al target giovane”. In futuro sara’ dunque ”l’offerta ad andare a cercare la domanda”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi