Comunicazione, New media

17 giugno 2009 | 12:17

COMMERCIO: EBAY, IN ITALIA GIRO D’AFFARI DI 270 MLN

COMMERCIO: EBAY, IN ITALIA GIRO D’AFFARI DI 270 MLN

MILANO (ITALPRESS) – L’eCommerce non e’ piu’ soltanto uno strumento che ha stravolto il nostro modo di fare acquisti, ma e’ diventato un vero e proprio motore economico che crea lavoro e rende l’Italia uno dei primi Paesi nello scenario economico europeo del business online. Gli imprenditori che gestiscono attivita’ organizzate in maniera professionale su eBay in Italia, secondo i dati di una ricerca europea diffusi oggi dal sito, sono circa 18.000, e le loro vendite negli ultimi 12 mesi hanno generato un giro d’affari per oltre 270 milioni.
Le categorie di eBay piu’ rappresentate dai venditori professionali italiani sono quelle dedicate all’Abbigliamento e Accessori, Informatica, Cellulari, Elettronica di consumo, Casa e Arredamento. Parte del successo dell’Italia nel business su web e’ dovuto alle esportazioni. I principali mercati di esportazione per l’Italia risultano Stati Uniti, Francia, Germania, Regno Unito e Spagna. Negli ultimi 12 mesi il valore degli oggetti venduti dai venditori professionali italiani all’estero su eBay ha superato i 33 milioni.
Gli Stati Uniti continuano ad essere i maggiori importatori dei prodotti nostrani; acquistano piu’ degli altri Paesi gioielli in oro bianco, giocattoli e modellismo, e persino stufe e caminetti.
I ricambi motociclistici made in Italy riscuotono grande successo in Francia, Spagna e Germania.
(ITALPRESS) – (SEGUE).

COMMERCIO: EBAY, IN ITALIA GIRO D’AFFARI DI 270 MLN-2-

Inoltre i francesi si affidano ai negozi italiani online per acquistare passeggini e seggiolini, mentre i tedeschi apprezzano e comprano le nostre piscine e relativi accessori. Quando invece si tratta di importazione, gli italiani si rivolgono al sito eBay inglese quando hanno bisogno di trovare prezzi vantaggiosi per cellulari e componenti per il computer, ma anche per comprare scarpe maschili, articolo che i nostri connazionali fanno arrivare anche dalla Germania. Sempre dal sito tedesco si importano in Italia accessori per le macchine fotografiche, tappeti e arazzi. Infine, ci si rivolge agli Stati Uniti per gli orologi da polso.
(ITALPRESS).