Borsino dei direttori

18 giugno 2009 | 11:37

da direttore dell”Asca’ a direttore dell”Apcom’

Dopo oltre vent’anni alla direzione dell’Asca va a dirigere Apcom, di cui il suo editore Luigi Abete ha appena preso il controllo (vedi Prima di maggio, pagina 84).
Nato a Lecco il 19 gennaio 1945 da padre ingegnere, Claudio Sonzogno da giovane ha in mente tutt’altro che il giornalismo: infatti vuole fare lo psichiatra. Per questo si iscrive alla facoltà  di medicina ma al terzo anno di università  un incontro gli è fatale. Quello con l’avvocato Giuliano Salvadori del Prato, ex amministratore del Corriere Lombardo ed ex presidente della Federazione editori. È Salvadori a convincerlo a intraprendere la carriera della carta stampata e a soli 21 anni lo porta a Roma, al quotidiano Momento Sera.
Diventato professionista, torna a Milano sempre per Momento Sera, dove segue i tragici eventi degli Anni di piombo, da Piazza Fontana alla morte di Feltrinelli (per l’occasione è lui a fare lo scoop sull’identità  del dinamitardo) conoscendo sul campo personaggi come Giampaolo Pansa, Mario Cervi, Salvatore D’Agata.

(La versione integrale dell’articolo è sul mensile Prima Comunicazione n. 396, Giugno 2009)