Borsino dei direttori

18 giugno 2009 | 11:42

da vice direttore a direttore del ‘Tirreno’

Da quando il quotidiano livornese è parte della Finegil Editoriale, è il primo direttore del Tirreno cresciuto al Tirreno, e per giunta con inizi in provincia, segnatamente da Pietrasanta e dalla redazione di Viareggio. È successo il 10 giugno appena trascorso, quando Bruno Manfellotto, che dirigeva Il Tirreno dal 2003, ha preso la strada di Roma per diventare direttore editoriale dell’intera catena, alla quale l’editore sta in questo periodo dedicando particolari attenzioni (vedi servizio a pagina 108).
Nato a Pietrasanta (in provincia di Lucca) il 6 dicembre 1960, Bernabò è figlio di un dirigente d’azienda nel mondo del marmo. Quella sarebbe la sua naturale carriera, ma lui appena ottenuta la maturità  scientifica e in vista di iscriversi a scienze politiche (la laurea però la prenderà  nel 2004, in scienze della comunicazione) comincia a collaborare con la redazione di Viareggio della Nazione scrivendo di partitine di calcio minore. Diventa quindi lui il corrispondente da Pietrasanta, ed è lì che all’inizio del 1980 gli arriva la proposta del Tirreno, che con la direzione di Franco Magagnini ha deciso di rafforzarsi in Versilia per dare seriamente battaglia al quotidiano fiorentino, allora largamente il più diffuso in zona.

(La versione integrale dell’articolo è sul mensile Prima Comunicazione n. 396, Giugno 2009)