Editoria, New media

18 giugno 2009 | 14:00

DIRITTO AUTORE: INCONTRO SCRITTORI-SIAE, PIU’ TUTELA SU WEB

DIRITTO AUTORE: INCONTRO SCRITTORI-SIAE, PIU’ TUTELA SU WEB
ROMA
(ANSA) – ROMA, 18 GIU – Maggiore tutela agli scrittori nello scenario digitale, assistenza della Siae nella negoziazione con gli editori, contrassegno Siae obbligatorio sulle opere librarie e sulle versioni digitali delle stesse, per contrastare la pirateria. Queste in sintesi le richieste avanzate dagli scrittori alla Siae in un incontro con il presidente Giorgio Assumma e il direttore Generale Domenico Caridi. Gli scrittori hanno anche richiesto specifiche forme di previdenza e assistenza sanitaria alla categoria ricorrendo a parte dei proventi relativi alle fotocopie di opere librarie e al prestito bibliotecario. “Molti scrittori corrono oggi il rischio di vedere le proprie opere diffuse su Internet, subire tagli – ha detto Assumma – manomissioni, traduzioni non autorizzate, vedendo così leso il loro diritto morale sulle stesse. Tra le molte iniziative che la Siae ha in cantiere per migliorare la tutela degli scrittori, è allo studio un sistema di identificazione di ogni singolo esemplare di un’opera letteraria, che attraverso un codice numerico generato da un algoritmo è in grado di tracciare tutti i passaggi su Internet dei file digitali contenenti l’opera stessa”. All’incontro erano presenti le principali associazioni di categoria degli scrittori:il Sindacato nazionale scrittori, il Sindacato libero scrittori italiani, la Uil/Unsa che hanno annunciato la costituzione di un nuovo organismo federativo tra tutte le associazioni degli scrittori. “Siamo di fronte – ha detto Francesco Mercadante del Sindacato libero scrittori italiani – a un vero e proprio fenomeno di espropriazione dei nostri diritti: i nostri testi universitari vengono ‘demanializzati’, con profitti solo per i ‘pirati’. Non vogliamo più essere perdenti per fato e vogliamo il contrassegno Siae sulle nostre opere”. (ANSA).