Televisione

19 giugno 2009 | 14:15

RAI: CDA, NOMINE MERCOLEDI’, OGGI SOLO DISCUSSIONE

RAI: CDA, NOMINE MERCOLEDI’, OGGI SOLO DISCUSSIONE
IN ARRIVO RAIDUE E TG2, POI FORSE RADIO E RAI SPORT
ROMA
ROMA, 18 GIU – Oggi in Cda Rai non c’é stata nessuna decisione in tema di nomine, ma solo una discussione preliminare sulle priorità  e sull’organizzazione con un invito del presidente Paolo Garimberti a fare presto dove esistono necessità  di carattere editoriale o per posizioni scoperte. Non si è discusso però degli interim di Raidue e Tg2, ma si é parlato ad esempio della radio, struttura che potrebbe vedere una riforma del modello e delle direzioni. La proposta di nomine, con i nomi nero su bianco, dovrebbe essere quindi avanzata dal direttore generale Mauro Masi al consiglio d’amministrazione la prossima settimana nella riunione prevista per mercoledì 24 giugno. Oggi intanto il presidente Garimberti avrebbe svolto un ruolo di pungolo, sottolineando l’opportunità  di fare presto, andando a chiudere quindi rapidamente con le nomine dei responsabili in alcuni casi in cui ci sono necessità  di carattere editoriale o di scopertura del ruolo. Ovviamente, quindi, le prime caselle da riempire dovrebbero essere quella di Raidue e del Tg2, coperte solo da un interim al vicedirettore generale Antonio Marano la prima e al vicedirettore della testata De Scalzi la seconda. Ci si appresta poi alla ridefinizione della direzione della radiofonia (e c’é chi tra i consiglieri vorrebbe tornare ad una declinazione per rete), così come di Rai Sport e della Tgr. Mentre per la direzione di Raidue la contrapposizione era all’interno della maggioranza tra Lega e Forza Italia (ma sembrerebbe averla spuntata la Lega che deve decidere il nome). Sullo sfondo rimane anche la questione di Raitre e Tg3, con Paolo Ruffini e Antonio Di Bella che vedrebbero il loro posto insidiato da altri pretendenti nel loro stesso schieramento di centrosinistra che si rispecchia quindi in un diverso orientamento anche tra gli stessi consiglieri dell’opposizione. Oggi si è parlato anche di Sky, con l’illustrazione da parte del direttore generale della lettera inviata al concorrente in merito al rinnovo del contratto con la piattaforma satellitare. La prossima volta si tornerà  a parlare anche di un’altra questione rimasta in sospeso: quella delle deleghe ai vicedirettori che, dopo la prima assegnazione di un mese e mezzo fa, meriterebbero un ulteriore approfondimento e quindi un secondo passaggio in cda, che dovrebbe avvenire nuovamente la prossima settimana.