TLC: NOKIA SIEMENS NETWORKS ACQUISTA ASSET LTE DI NORTEL

TLC: NOKIA SIEMENS NETWORKS ACQUISTA ASSET LTE DI NORTEL
(ASCA-CORRIERE COM.) – Roma, 22 giu – Nokia Siemens Networks si accaparra gli asset ”senza fili” di Nortel. L’azienda canadese ha infatti annunciato la vendita delle proprie attivita’ wireless a Nokia Siemens Networks (Nsn), per la cifra complessiva di 650 milioni di dollari. Nello specifico l’accordo prevede la cessione delle attivita’ Cdma (Code division multiple access) – la tecnologia e’ particolarmente diffusa in Nord America, di cui Nortel detiene circa il 30% del mercato – e degli asset Lte (Long term evolution). A fronte delle cessione, Nokia Siemens si e’ impegnata a riassumere almeno 2500 dipendenti in Canada, Usa, Messico e Cina, pari a circa il 10% degli attuali impiegati. ”Questo accordo fornisce a Nsn un’importante opportunita’ strategica per rafforzare la propria posizione in due aree chiave: il Nord America e l’Lte, a un prezzo ragionevole – ha commentato il Ceo di Nsn, Simon Beresford-Wylie -. Un buon inizio per affrontare un anno che si caratterizzera’ come uno dei piu’ impegnativi che l’industria di settore abbia mai conosciuto”. La cessione fa parte della strategia di sopravvivenza di Nortel che, dopo aver chiesto il Chapter 11 all’inizio dell’anno, ha annunciato di voler richiedere il delisting dalla Borsa di Toronto ”poiche’ – ha spiegato il gruppo in una nota – gli azionisti non vedrebbero un soldo alla fine della procedura fallimentare”. Nel lungo periodo la societa’ spera di rinnovare il suo business attraverso una migliore gestione degli investimenti nelle attivita’ in grado di garantire un ritorno economico.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Mai parlato con Niel della partecipazione di Iliad in Telecom, dice De Puyfontaine. E su Mediaset: per ora nessuna collaborazione, ma in futuro…

Vivendi acquista un ulteriore 0,86% di azioni Telecom. Jp Morgan limita la sua partecipazione al 9,9%

Tiscali: dimissioni per il Cda e il collegio sindacale al termine del processo di fusione con Aria. Convocata per il 16 febbraio l’assemblea dei soci