Televisione

22 giugno 2009 | 17:18

RAI: LAINATI (PDL), CONTRO MINZOLINI VERA INTIMIDAZIONE

RAI: LAINATI (PDL), CONTRO MINZOLINI VERA INTIMIDAZIONE
(ASCA) – Roma, 22 giu – ”Quella del consigliere Rai del Pd Rizzo-Nervo contro il neo direttore del Tg1 Augusto Minzolini e’ un’escalation che adesso prende le forme di una vera e propria intimidazione”. Lo sottolinea il vicepresidente della Vigilanza Rai, Giorgio Lainati, in una nota. ”Chi non prende parte all’aggressione contro il presidente del Consiglio e alla sua condanna preventiva, che ha nel quotidiano La Repubblica il gruppo avanzato d’attacco, viene immediatamente posto, come fa Rizzo Nervo con Minzolini, sul banco degli accusati con una sentenza gia’ scritta. L’opposizione – scrive Lainati – continua a prendere la strada dell’attacco totale e frontale per colpire Berlusconi e il governo. Non ci fa paura perche’, fortunatamente, sia nella tv pubblica che nel Parlamento esistono la democrazia e il rispetto delle regole”. ”Rizzo Nervo, novello Robespierre, preferirebbe – conclude il vicepresidente della commissione – il una giustizia sommaria sia per il direttore del Tg1 Minzolini che per il Presidente del Consiglio Berlusconi ma fa finta di non ricordare che la rivoluzione politica a livello nazionale l’hanno fatta gli elettori gia’ nel 2008 con la schiacciante vittoria del centrodestra alle elezioni, successive al disfacimento dello sgangherato governo Prodi”.