Editoria

23 giugno 2009 | 16:04

EDITORI RIUNITI, TORNANO COME CASA EDITRICE INDIPENDENTE

EDITORI RIUNITI, TORNANO COME CASA EDITRICE INDIPENDENTE
ROMA
(ANSA) – ROMA, 23 GIU – Tornano gli Editori Riuniti come casa editrice indipendente e presentano il nuovo programma. Nata nel 1953, si è rinnovata negli uomini e nell’organizzazione, con l’obiettivo di stare al passo dei grandi cambiamenti storici, politici e culturali della società . Editori Riuniti, fino al 1989 editrice di riferimento del Partito Comunista, ne ha conosciuto successivamente lo stesso declino. Oggi direttore editoriale è Alessio Aringoli e c’é un comitato editoriale, in cui figurano, tra gli altri, Edoardo Bruno, Marina Caffiero, Giorgio Cremaschi, Paolo Franchi, Ernesto Galli della Loggia, Marcello Panni, Alessandro Portelli, Piero Sansonetti, Claudio Sestieri, Stefano Tassinari. “Libri per scuotere il Paese – annuncia Aringoli – per essere presenti con i documenti, gli studi, le ricerche, le inchieste per la tutela dei diritti e contro ogni illegalità ”. L’attività  di rilancio di Editori Riuniti si focalizza attorno ad una serie di novità  editoriali. Da una parte volumi come due libri inchiesta, uno sul terremoto a L’Aquila, con le firme di Marco Travaglio e Vauro, e l’altro del giudice Mario Almerighi. Dall’altra, la riedizione aggiornata di alcuni titoli tratti dall’archivio storico, tra cui, informa un comunicato, un’ iniziativa relativa al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.