TV: NIERI (MEDIASET), VANNO RIPENSATE REGOLE PLURALISMO

TV: NIERI (MEDIASET), VANNO RIPENSATE REGOLE PLURALISMO
E NO A NUOVI LIMITI ALLA CAPACITA’ TRASMISSIVA
ROMA
(ANSA) – ROMA, 24 GIU – “Vanno riviste le regole sul pluralismo tv” e “non vanno posti ulteriori limiti alla capacità  trasmissiva di ciascun soggetto”: è la posizione di Mediaset, sintetizzata dal consigliere di amministrazione Gina Nieri, intervenuta oggi a Roma alla presentazione del rapporto It-Media Consulting sul mercato tv. “Nell’era di Internet il pluralismo va ripensato”, ha sottolineato Nieri. “Non possiamo rimanere, noi della tv classica, gli unici sottoposti a una regolamentazione e a vincoli molti stringenti”. A giudizio di Nieri, è anche “pericoloso porre nuovi limiti alla capacità  trasmissiva di ciascun soggetto: sarebbe una violazione della neutralità  tecnologica”. Il consigliere Mediaset si è anche soffermato sull’attribuzione dei nuovi canali che si libereranno con il passaggio definitivo al digitale terrestre e che saranno messi a gara: “I tre canali riservati ai nuovi entranti a chi andranno? Anche a operatori stranieri? Le frequenze sono sempre soggette a grandissimi appetiti e c’é una pressione fortissima in Europa per individuare un dividendo digitale anche per gli operatori di telecomunicazioni. Ma la tv terrestre ha tutto il diritto a utilizzare appieno la tecnologia del futuro, a partire dall’alta definizione che richiede un grandissimo impegno in termini di frequenze. Va mantenuta la leadership della presenza del mezzo tv sullo specchio elettromagnetico”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi